Befana speciale al Policlinico per i piccoli nati prematuri

Venerdì 5 gennaio alle ore 12.00, Rocio Morales, attrice e modella spagnola, e Biagio Izzo, comico napoletano, faranno visita ai neonati del reparto della terapia intensiva neonatale alla AOU Vanvitelli, in Largo Madonna delle Grazie a Napoli (primo policlinico), donando dolci e regali ai piccoli assistiti ed ai loro genitori e parenti.

Il duo artistico, che ha accettato con grande entusiasmo l’invito, sarà impegnato fino al 7 gennaio al Teatro Diana con “Dì che ti manda Picone...Antonio Picone fu Pasquale”, ispirato al celebre film di Nanni Loy.

Saranno presenti all'evento Giuseppe Paolisso, Rettore dell'Università Vanvitelli, Maurizio Di Mauro, Direttore Generale dell'AOU Vanvitelli, Mariangela Marseglia, direttrice della Scuola Scarlatti, particolarmente sensibile alle problematiche legate alle nascite premature, che metterà a disposizione dell’evento animatori, mascotte ed alcune scenografie a tema per bambini e Gigio Rosa, conduttore radio-tv, che si collegherà durante l'evento in diretta su Radio Marte. L’associazione “Il Bruco – Genitori bambini prematuri Onlus” donerà ai piccoli assistiti dolcetti e calze della Befana.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Tour Napoli Celata: Dal Giardino segreto alla Chiesa del Re maledetto

    • dal 26 gennaio al 31 luglio 2021
    • Napoli
  • Gli Etruschi e il MANN: la grande mostra al Museo Archeologico di Napoli

    • dal 12 giugno 2020 al 31 maggio 2021
    • Mann- Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Trianon, tutti i concerti e gli spettacoli in programma per la stagione 2020/2021

    • dal 30 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Trianon Viviani
  • Ghost tour, con i cacciatori di fantasmi nei palazzi più infestati di Napoli

    • dal 6 febbraio al 19 dicembre 2021
    • Centro storico Napoli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    NapoliToday è in caricamento