Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Vendite auto, crollo al sud: meno 35% in Campania

La denuncia arriva dall'Unrae, associazione costruttori esteri. La caduta del mercato dell'auto (-21% nel 1° trimestre 2012) coinvolge anche la Sicilia con un -30%

Anche il settore delle auto è in ginocchio: non è certo una novità. Ma l'ennesima denuncia arriva dall'Unrae, associazione costruttori esteri. Attraverso un'analisi delle immatricolazioni per area geografica ha dimostrato come la caduta del mercato dell'auto (-21% nel 1° trimestre 2012) coinvolge in particolare due Regioni del sud Italia: Campania (-35%) e Sicilia (-30%).

"La Campania - spiegano all'Unrae - con sole 15.083 vetture immatricolate nel 1° trimestre 2012 perde già 8.000 unità rispetto allo stesso periodo del 2011. Spiccano le città di Napoli (-36%), Salerno (-34%) e Caserta (-31%)".


Cosa fare? "La congiuntura economica, l'aumento della disoccupazione che in Campania, nel 4° trimestre 2011, è arrivata al 16,8% (20,5% solo per le donne) e in Sicilia al 15,2% (18,2% solo per le donne), l'alto prezzo delle Assicurazioni e la stretta creditizia alle Imprese - ha commentato Romano Valente, Direttore Generale dell'UNRAE, l'Associazione delle Case automobilistiche estere in Italia - colpiscono il settore auto e ne subiscono un rimbalzo in termini di aumento della disoccupazione, per la conseguente riduzione delle attività di vendita e di assistenza nelle nostre Concessionarie". Necessario, dunque, che anche la politica locale si sensibilizzi ai temi dell'auto "e trasmetta al Governo l'urgenza di interventi strutturali di sostegno alla domanda, attraverso agevolazioni alle famiglie e alle imprese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendite auto, crollo al sud: meno 35% in Campania

NapoliToday è in caricamento