Usipe – Confsicel grave atteggiamento discriminatorio sindacale perpetrato dalla Presidenza e dall’azienda CTP.

Maurizio Frongia: “ La Direzione esclude l’Usipe-Confsicel ,e ferisce la democrazia e il pluralismo sindacale”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il sindacato Usipe-Confsicel, aderente e firmatario del CCNL degli Autoferrotranvieri - Internavigatori e Autolinee in Concessione stipulato dall' ASSTRA e ANAV, denuncia l'esclusione dal tavolo sindacale sulla situazione economica/finanziaria dell'azienda CTP, convocata dalla stessa per la prosecuzione dei lavori informali tenutesi il 26 e 27 luglio scorso insieme alle OO.SS. tra cui l'Usipe (unione sindacale lavoratori e Pensionati).

Alla riunione si legge nella dura nota del - sindacato Usipe segreteria nazionale TPL - il Presidente Ratto si era impegnato personalmente ad affermare che per questa situazione delicata in cui si trova l'azienda di trasporti napoletana, avrebbe convocato tutti gli organismi sindacali proprio per un coinvolgimento e una condivisione delle problematiche al suo fianco. Ieri lo strappo - affermano dalla segreteria nazionale TPL Usipe - abbiamo assistito alla convocazione del solito teatrino sindacale ovvero la convocazione delle sole tre sorelle piu' un fratellastro, in barba a quanto aveva dichiarato il presidente Ratto. Cosa ancora piu grave - sottolineano dalla sindacato - i verbali che sono stati sottoscritti portano la dicitura "d'intesa con le OO.SS. " questo è un altro grave episodio. A questo punto - denunciano i dirigenti sindacali TPL Usipe - chiederemo la rimozione di chi si è reso responsabile della nostra non convocazione e anche chiarimenti urgenti al presidente Ratto. La mancata convocazione non trova alcuna motivazione democratica e si configura come una grave discriminazione sindacale da parte della Direzione del CTP nei confronti di una organizzazione sindacale come quella dell'Usipe che confederata con la ConfSicel rappresenta i lavoratori del comparto autoferrotranvieri con l'adesione e la firma di quest'ultima del contratto di categoria.

Ancora una volta - conclude il coordinatore nazionale Usipe TPL Maurizio Frongia - è stata inferta una profonda ferita alla democrazia e al pluralismo sindacale e ora non lasceremo niente al caso. Questo conferma quanto sia irrinunciabile una buona dose di ricambio ai vertici degli uffici che si occupano di rapporti sindacali nell'azienda CTP e investiremo anche e soprattutto le autorità pubbliche e politiche su come vengano gestite certe situazioni.

Torna su
NapoliToday è in caricamento