menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Hub Colonia_UPS

Hub Colonia_UPS

UPS, nuovo volo Napoli-Milano–Colonia: Made in Italy consegnato in tutto il mondo

La società potenzia il suo network aereo a supporto dell’export delle PMI italiane colpite duramente dalla pandemia

Le eccellenze artigianali e il Made in Italy continuano a essere richieste a livello globale, nonostante la pandemia. Un’azienda ambasciatrice del Made in Italy è la Sartoria G. Inglese, con sede a Ginosa in provincia di Taranto, nota in tutto il mondo per i suoi standard di qualità e per avere vestito celebrità del cinema, esponenti della politica e famiglie reali. G. Inglese cuce i valori e l’essenza del suo territorio in ogni prodotto e considera la capacità di adattamento la chiave del successo.

“Bisogna abbracciare prospettive più ampie pur rimanendo fedeli a sé stessi e alla nostra storia”, dichiara Angelo Inglese, proprietario e sarto di G. Inglese. “Portare un pezzo della tradizione e dell’artigianalità di un piccolo paese di provincia italiano, come Ginosa, nel resto del mondo costituisce il nostro traguardo più grande e nel contempo una sfida continua. Le nostre creazioni non giacciono in stock, ogni capo è creato su misura e ha bisogno di cura. Da tanti anni ci affidiamo a UPS come partner logistico per quello che definiamo il nostro e-commerce emozionale; il tempo prezioso guadagnato nelle fasi di ritiro e di consegna della merce lo dedichiamo alla produzione e alla soddisfazione dei clienti.”
Per piccole imprese come G. Inglese, i tempi di ritiro e di consegna possono rappresentare un vantaggio competitivo significativo. Il nuovo volo sulla rotta Napoli Capodichino-Milano Malpensa-Colonia – che copre sia il Sud che il Nord d’Italia – aiuterà le aziende come la nota Sartoria estendendo i tempi di prenotazione del ritiro delle merci e dell’effettivo pick-up - quindi potenzialmente quelli di produzione – e riducendo anche i tempi di transito. 

“Il nostro obiettivo è di continuare a far avanzare il mondo consegnando ciò che conta per tutti i nostri clienti, con la stessa affidabilità, efficienza e velocità in tutto il Paese”, dichiara Karl Haberkorn, Managing Director di UPS Italia. “Grazie a questo nuovo volo le aziende italiane potranno trarre un vantaggio ancora maggiore dal commercio internazionale e dal nostro network logistico globale in un momento in cui hanno bisogno di ogni supporto possibile”.

La crescita del 3,3%1 registrata dall’export italiano a dicembre 2020 prova che la domanda per i prodotti Made in Italy non è diminuita. Dunque, creare capacità aggiuntiva per consegnarli ai consumatori di tutto il mondo è un’esigenza sempre più forte.

“Export significa crescita del business, è chiaro e semplice”, aggiunge Angelo Inglese. “Insieme a UPS siamo inarrestabili e possiamo raggiungere i mercati internazionali più promettenti. Dopo il Giappone, il primo mercato estero raggiunto 20 anni fa, e gli Stati Uniti, che sono sempre stati una delle nostre destinazioni principali, adesso guardiamo alla Cina pronti per nuove opportunità in Oriente”.

"Questo volo - dichiara Alessandra Clemente, Assessore al Patrimonio, ai Lavori Pubblici e ai Giovani Comune di Napoli - è una straordinaria notizia e rappresenta una grande opportunità. Connettiamo Napoli a Colonia, una città con oltre 2000 anni di storia.  Connettiamo Napoli e la Campania alla IV città di Germania e soprattutto centro economico e culturale (pensiamo ai musei o al Carnevale di Colonia) dell'antica regione della Renania, oggi maggiore città del Land Nordhein-Westfalen che è un'area con oltre 17 milioni di abitanti, che produce 1/5 del PIL tedesco, tra le regioni europee di grande potenziale e sviluppo. 
La nostra città è sede di uno dei 7 Goethe Institute attivi in Italia, il nostro Golfo è meta di milioni di turisti tedeschi accolti a braccia aperte. Napoli ha davvero un rapporto speciale con la Germania! Ricordo a tutti che Colonia è oggi patria di tanti figli di italiani, soprattutto meridionali e tanti tanti "figli del Vesuvio", che proprio a Colonia dal dopoguerra ad oggi hanno trovato lavoro, futuro ed hanno  costruito le loro famiglie, integrandosi perfettamente con la popolazione tedesca e che oggi sono fieri tedeschi di origine italiane. Napoli è pronta a cogliere quest'opportunità turistica, commerciale, culturale per ripartire anche attraverso queste connessioni e "mano nella mano" con il Nordreno-Vestfalia. Abbiamo un sogno nel cuore, Napoli torna a volare!

“Nel 2020, nonostante un traffico passeggeri pressoché azzerato, il traffico merci sullo scalo di Napoli ha registrato una sostanziale stabilità. Un segnale - spiega Roberto Barbieri, Amministratore Delegato GESAC - che, malgrado il crollo dei ricavi, ci ha spinto a confermare il potenziamento dello scalo merci previsto dal Piano di Sviluppo Aeroportuale, per un investimento complessivo di circa € 7.300.000,00. Gli aeroporti sono piattaforme logistiche essenziali per il Paese e il nostro obiettivo è duplice: sostenere i partner specializzati in logistica e spedizioni con un’infrastruttura tecnologicamente avanzata ed efficiente e, al tempo stesso, supportare le   imprese che producono ed esportano in tutto il mondo le nostre eccellenze: dall’eno-gastronomia all’artigianato ed hi-tech.
Infine, con lo scopo di contribuire attivamente alla campagna vaccinale di massa, abbiamo dotato il terminal merci di ultracongelatori di   moderna generazione idonei alla conservazione dei vaccini anti Covid”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento