rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023

Alla Mostra d'Oltremare taglio del nastro per Tutto Hotel 2023 tra esposizioni e nuove tendenze | Video

Con premi andati a 40 alberghi del Sud Italia che si sono distinti per l'ospitalità e nuovi contenuti al suo format con un’area Glamping e alle realtà virtuali, il salone dedicato a hotel, B&B e strutture ricettive apre i battenti puntando sulla prosperità turistica

Il 2023 è l'annata della prosperità  per il settore alberghiero che ritorna a vivere per merito della forte rimonta del turismo che dopo gli anni pandemici vive uno dei momenti più floridi. Il Sud Italia e, soprattutto, la Campania rientrano in questo trend positivo. Ecco che la terza edizione di Tutto Hotel 2023 non può avere location migliore della Mostra d'Oltremare di Napoli. Tutto Hotel è un vero e proprio salone dell’ospitalità alberghiera organizzato da Squisito Eventi, Ticketlab e D&D Group, riservato ad aziende e professionisti del settore ricettivo alberghiero ed extralberghiero.

La manifestazione, dedicata all'hospitality tout court, è articolata da aree espositive che possono fornire spunti e suggestioni nuove come Gampling, un modo per vivere l'esperienza del campeggio  con confort e il lusso che basta che è una tendenza dell'economia del turismo.

Principalmente, Tutto hotel presenta offerte e confronti sul nuovo modo di accogliere grazie al supporto di architetti e designer.

Tutto Hotel Award

Quaranta eccellenze dell’ospitalità alberghiera ed extralberghiera, prevalentemente del Sud Italia, sono state premiate questa mattina alla Mostra d’Oltremare di Napoli nel corso della cerimonia inaugurale della terza edizione di TuttoHotel, a cui hanno partecipato l’assessore al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli, Teresa, Armato, il presidente di Federalberghi Napoli, Salvatore Naldi, il presidente della Mostra d’Oltremare Remo Minopoli con la consigliera delegata Maria Caputo, il professore di marketing della LUISS di Roma, Alessandro Fiorentino e l’organizzatore Raffaele Biglietto.

“Le fiere di settore sono importanti per creare attenzione sul turismo e soprattutto per creare i contatti fra operatori e fornitori ma per migliorare l’accoglienza in città sono fondamentali i contatti soprattutto con le Istituzioni, con le quali stiamo dialogando da tempo per cercare di migliorare i servizi per i turisti, in un periodo di importante affluenza con l’obiettivo di ripetere, o migliorare, i numeri legati all’occupazione camere, dello scorso anno” dichiara il presidente di Federalberghi Napoli Salvatore Naldi nel corso dell’inaugurazione, il quale riceve il premio alla carriera.

I premiati sono tutte strutture che si sono particolarmente distinte nella scorsa stagione in termini di  professionalità, qualità del servizio offerto, attenzione alle esigenze della clientela e del territorioFra i premiati l’Hotel Principe di Lampedusa di Palermo, Torre Camigliati di Camigliatello Silano (Cosenza), Borgo Egnazia di Savelletri (Brindisi), Sextantio Le Grotte della Civita di Matera, Val Cocchiara Retreate di Montenero (Isernia) scelti come eccellenze della ricettività delle regioni Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata e Molise. Premi anche per alcuni dei principali hotel della Campania fra cui il Renessaince Mediterraneo, il Gold Tower Lifestyle Hotel, il Caracciolo Hospitality Group e il San Francesco al Monte di Napoli, il Grand Hotel Quisisana e l’Hotel La Minervetta di Sorrento, l’Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento, il Boutique Hotel Don Alfonso 1890 di Massalubrense, il San Montano di Lacco Ameno, l’Acquapetra Resort di Benevento, Foro Carolino di Napoli.

La manifestazione tra esposizioni e nuove tendenze

Aperto al pubblico degli operatori di settore fino a mercoledì 18 gennaio, a Tutto Hotel saranno presenti circa 120 le aziende che hanno scelto di essere presenti a TuttoHotel ’23 e tante nuove adesioni rispetto all’edizione dello scorso anno.

Attesi circa 10.000 visitatori fra proprietari di strutture, responsabili di acquisto, professionisti che fanno business con l’ospitalità e potenziali nuovi imprenditori interessati ad avviare strutture ricettive nel Sud Italia.

“Il settore alberghiero ha una continua necessità di rinnovarsi, mode e tendenze si evolvono di anno in anno e si fa pressante la necessità di un continuo confronto fra gli attori del sistema per un adeguamento del modello di ospitalità e dei servizi alla domanda che arriva dal mercato dei diversi turismi. Anche l’apertura di un’area TH ’23 all’ospitalità di qualità all’aria aperta  è una scelta che nasce da questa necessità e dalla consapevolezza di quanto l’ambiente e la sua tutela siano temi diventati priorità nei valori delle persone e dei giovani in particolare.  La riqualificazione e la valorizzazione delle strutture e dei servizi alberghieri ed extra alberghieri del Sud Italia sono la mission della nostra manifestazione rivolta a un territorio dove abbiamo visto interessanti sviluppi nella progettazione, nella gestione e nella comunicazione di questi valori” dichiara Raffaele Biglietto, ideatore di TuttoHotel.

A caratterizzare TuttoHotel ci sarà la presenza delle mostre espositive Ecohospitality e B&BexpoDesign, con installazioni allestite in scala 1:1 e con la realtà virtuale che riproducono ambienti di camere di hotel e B&B, aree comuni e spazi destinati all’accoglienza e alla ristorazione in hotel, realizzate e presentate da studi di architettura selezionati e contractor impegnati nel settore. Un modo per entrare dentro gli ambienti e vivere l’atmosfera che la progettazione, l’offerta di settore più innovativa e il mercato in continua evoluzione propongono, con soluzioni sempre più originali e di tendenza.

L’Area dedicata al Gampling

La terza edizione di Tutto Hotel aggiunge nuovi contenuti al suo format, con un’area Glamping curata dallo studio Ars Constructa che presenterà il progetto Natura: l’Architettura nel Verde in collaborazione con FAITA Federcamping. “Un’area glamping, progettata per un’esperienza di soggiorno unica e indimenticabile immersi nel paesaggio circostante e contemporaneamente nel comfort di lusso” afferma l’architetto Manuela Tirrito di Ars Constructa, che ha curato l’area glamping, in collaborazione con FAITA Federcamping e l’azienda Crippaconcept “L’idea è integrare nell’ambiente naturale strutture  realizzate con materiali che rispettano l’ecosistema circostante, l’attenzione ai dettagli, al gusto, e alle più disparate possibilità di svago all’aria aperta in un’atmosfera di pace e di benessere”.

Il Gampling è la nuova frontiera del turismo immersi nella natura in quanto unisce l’avventura e il piacere di vivere in relax all’aria aperta senza rinunciare al lusso e alle comodità di strutture alberghiere di buon livello. Il Gampling è ormai una tendenza post pandemia che avvicina anche le persone più riottose a un’idea di vacanza legata al camping.

Video intervista a:

Raffaele Biglietto, ideatore Tutto Hotel

Video popolari

Alla Mostra d'Oltremare taglio del nastro per Tutto Hotel 2023 tra esposizioni e nuove tendenze | Video

NapoliToday è in caricamento