rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Economia Ischia

Ischia, dopo la crisi rifiorisce il turismo: crescono (finalmente) gli arrivi a giugno

I dati della guardia costiera

Si è arrestata la crisi turistica dell'isola verde. Buone notizie per Ischia dai report della guardia costiera del mese di giugno: gli arrivi sono in netto aumento, dopo un periodo di crisi nei mesi appena trascorsi.

Vincenzo De Luca, dopo un incontro coi sindaci delle isole. aveva nei giorni scorsi sottolineato da un lato proprio il fatto che Ischia fosse in sofferenza, dall'altro che i problemi causati dall'emergenza frana erano in gran parte alle spalle.

I numeri

I dati della guardia costiera sono quindi positivi. A giugno sono sbarcate, complessivamente nei tre porti ischitani, 255mila persone, poco meno delle 271mila del 2022. Un -6% attribuibile più che altro ai numerosi giorni di maltempo che hanno caratterizzato il mese.

Positivi anche i prossimi giorni. Per questo weekend diverse collegamenti marittimi per l'isola verde di navi ed aliscafi sono già sold out, e le compagnie di navigazione consigliano di prenotare per non rischiare lunghe attese ai porti sotto il sole. Anche gli hotel vivono positivamente il momento e si attende l'arrivo di numerose celebrità del cinema e dello spettacolo per l'imminente Global Festival.

Il commento

Così sull'argomento Luca D'Ambra, presidente di Federalberghi Ischia: "Non possiamo parlare di vera e propria crisi, i dati in realtà sono molto eterogenei; ci sono ad esempio hotel che registrano percentuali di riempimento addirittura migliori rispetta agli anni passati, anche pre covid. Abbiamo subito certamente una contrazione dei flussi dovuta alla alluvione però, grazie ai turisti che arrivano da nuovi mercati, stiamo recuperando: è probabile che siano in sofferenza soprattutto quelle strutture che non si sono aggiornate rispetto ai nuovi gusti dei viaggiatori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ischia, dopo la crisi rifiorisce il turismo: crescono (finalmente) gli arrivi a giugno

NapoliToday è in caricamento