rotate-mobile
Economia

Sud, redditi sempre più bassi e famiglie materialmente povere

Calabria, Sicilia, Campania e Puglia registrano poi indici di diseguaglianza più elevati della media nazionale. I disoccupati con laurea sono il 10% nel Mezzogiorno

Redditi del Sud più bassi che in Grecia, 300mila posti persi dall'inizio della crisi e una famiglia su quattro in condizione di povertà. Dati nudi e crudi che arrivano dal Censis e dalla sua fotografia sul Mezzogiorno nel periodo 2008-2012.

Italia, il Paese con le più rilevanti diseguaglianze territoriali. Sette regioni hanno meno di 20mila euro di reddito pro capite, un terzo dei giovani tra i 15 e i 29 anni non trova lavoro e i disoccupati con laurea sono il 10% nel Mezzogiorno.


Calabria, Sicilia, Campania e Puglia registrano poi indici di diseguaglianza più elevati della media nazionale. Il 26% delle famiglie residenti nel Mezzogiorno è materialmente povero a fronte di una media nazionale del 15,7%. A rischio di povertà sono ben 39 famiglie su 100.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sud, redditi sempre più bassi e famiglie materialmente povere

NapoliToday è in caricamento