menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Economia

Economia

Tasse, stangata da 700 euro l'anno per le famiglie napoletane

Benzina, Irpef e Tarsu: la raffica di aumenti introdotti dalla manovra salva-Italia presenterà un conto particolarmente salato per i cittadini di Napoli e dell'intera Campania

La manovra salva-Italia, orchestrata dal governo Monti presenterà un conto particolarmente salato per i cittadini di Napoli e della Campania. A sottolinearlo sono le stime di Federconsumatori, secondo cui, per i cittadini della nostra regione, ci sarebbe in programma una stangata da 700 euro annuali in più per famiglia, a causa degli aumenti di benzina, Irpef e Tarsu.

Proprio il caro-carburante, come ricorda Marco Toriello sul Mattino, è uno dei problemi più pressanti per i cittadini campani, costretti a corrispondere un supplemento ulteriore di quota regionale da 2,5 centesimi al litro, istituita nel 2004 per far fronte al deficit sanitario e mai più cancellata.

Un altro colpo, poi, è arrivato dal Consiglio regionale del 30 dicembre, che, in sede di approvazione del Bilancio, ha deciso di aumentare il bollo auto fino a un massimo del 10%.

Senza contare i continui rincari delle polizze Rc auto a Napoli e in Campania, oltre all’ennesimo aumento del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli, con il ticket d’ingresso che dal 1° gennaio 2012 è passato da 85 a 90 centesimi.

C’è poi il capitolo Imu, la nuova imposta sulla casa, con un’aliquota fissata allo 0,4% per la prima abitazione e allo 0,76% per gli altri immobili: ai Comuni è stata data la possibilità di abbassare o di alzare l’aliquota (dallo 0,2 allo 0,6% per la prima casa, dallo 0,46 all’1,06% negli altri casi).

E l’Irpef? Con il decreto Monti l’addizionale regionale passa dallo 0,9 all’1,23%. L’aumento va a sommarsi alle aliquote preesistenti, che in Campania, anche in questo caso per colpa del debito della sanità, sono già al massimo livello. Nella nostra regione l’aliquota complessiva sarà dunque pari al 2,03%.

Impossibile, infine, dimenticare la Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani, che, a causa dell’emergenza spazzatura vissuta da Napoli negli ultimi anni, ha subìto continui ritocchi verso l’alto.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento