menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sei musei da vedere quando sei in vacanza a Londra

Vivace, stimolante e multiculturale, la capitale British è una città che stupisce e seduce con le sue mille anime. Una delle caratteristiche più appassionanti e intriganti è la varietà di musei di Londra, la maggior parte a ingresso gratuito, che si possono scoprire per arricchire di emozioni un viaggio.  Appassionati di arte contemporanea, patiti di scienze, stilosissimi designer addicted o amanti dei grandi maestri dell’impressionismo, questi sono i musei strepitosi da visitare quando si va in vacanza a Londra.

Appassionati d’arte in vacanza a Londra

Impressionisti, fiamminghi, maestri rinascimentali, a Londra si possono ammirare parecchi capolavori che ripercorrono la storia dell’arte. I musei da non perdere sono soprattutto questi due.

  • Come si può pensare di passare per Trafalgar Square e non entrare nell’imponente edificio che domina la piazza da quasi 200 anni? L’ingresso alla National Gallery è gratis e il venerdì l’orario è prolungato fino a sera. Al suo interno c’è da rimanere sbalorditi davanti ai dipinti dei maestri dell'arte dal XII al XIX secolo. Le opere in tutto sono circa 2000, ma quello che conta è la qualità di ciò che è esposto, e che sarebbe un peccato non ammirare: Botticelli, Tiziano, Rembrandt, Caravaggio, Van Gogh, Monet, Cèzanne, Michelangelo, Canaletto.
  • Courtauld Gallery è un gioiellino che un turista in vacanza a Londra non dovrebbe farsi scappare. La galleria, ospitata nella Somerset House, importante centro culturale della città, è nata grazie alla donazione del suo fondatore Samuel Courtauld di straordinari dipinti Impressionisti e Post impressionisti come una versione della Colazione sull'erba di Manet, i paesaggi di Monet, le Ballerine di Edgar Degas e il celebre Giocatori di Carte di Cézanne. Con il tempo la collezione si è ampliata e oggi si possono ammirare anche i famosi dipinti di Bruegel, Van Dyck, Goya, Gaugin, Modigliani, La Deposizione dalla Croce di Rubens, Il Palco di Renoir, la Trinità di Botticelli, i preziosi Trittici medievali di Bernardo Daddi e Lorenzo Monaco.

Per chi ama il design e l’arte contemporanea

Chi ama il design, i minimalismi dell’architettura contemporanea, le soluzioni innovative di archistar, in vacanza a Londra trova soddisfazione anche solo passeggiando per la città o ammirandone lo skyline dal roof top di un hotel elegante. Ma ci sono due musei che non si possono assolutamente perdere.

  • Il museo allestito nella struttura che un tempo era una centrale termoelettrica è già da solo un'opera d'arte. In più, da meno di un anno la Tate Modern, con le sue collezioni di arte moderna e contemporanea, è stato ampliata con la Switch House, edificio che ricorda una piramide e che vale la pena fotografare anche dall’esterno. Percorrendo i cinque livelli espositivi si viene rapiti dalla genialità delle opere di artisti come Mark Rotko, Andy Warhol, Marcel Duchamp, Louise Nevelson, Pablo Picasso, Salvador Dalì. Un consiglio: salite al sesto piano della Tate per godervi uno dei migliori panorami di Londra e rilassarvi con un aperitivo al bar.
  • Il Design Museum è il più importante museo al mondo dedicato al design contemporaneo. Ma non aspettatevi di trovare gli oggetti classici e noti del design perché qui tutto è all’insegna dell’innovazione e del futuro. Gli oltre mille oggetti esposti sono organizzati secondo le tematiche a cui si riferiscono. L’esposizione permanente si trova al piano superiore così da permettere ai visitatori di ammirare l'architettura straordinaria del museo. La struttura minimalista, specchio dello stile del famoso architetto John Pawson che ha trasformato il Commonwealth Institute nel Design Museum, è un’opera d’arte in legno e vetro incentrata sul valore del recupero. 

Tra archeologia e arti decorative

Di solito nelle coppie le preferenze al museo si dividono in maniera piuttosto netta: lui si incanta davanti ai reperti archeologici sognando un’avventurosa vita alla Indiana Jones, lei rimane ipnotizzata di fronte ad abiti e gioielli immaginandosi nelle vesti di dame di altri tempi preoccupata di abbinare alla perfezione la mise, con scarpe, gioielli e acconciatura. Ecco perché una coppia in vacanza a Londra non dovrebbe mai saltare una tappa in questi due musei.

Con oltre sei milioni di visitatori all’anno che vogliono 

  • Con oltre sei milioni di visitatori all’anno che vogliono ammirare una delle collezioni di reperti archeologici più grandi e famose, il British Museum è il quinto museo più visitato del mondo. L’esposizione di opere provenienti da tutto il pianeta ripercorre l’evoluzione dalla preistoria ai giorni nostri. La Stele di Rosetta, le sculture del Partenone e le mummie dell’antico Egitto sono alcuni dei reperti di fascino di questo straordinario museo. Da fotografare la Great Court, inaugurata nel 2000; la grande sala con l’artistica copertura di vetro è il più grande spazio pubblico coperto in Europa, ristrutturato su progetto di Norman Foster.

  • Uno dei musei d’arte decorativa più grandi del mondo è il Victoria and Albert Museum. Impossibile pensare di vedere in una volta sola tutti i quattro milioni di oggetti che compongono le collezioni d'arti decorative cinesi, giapponesi, europee, islamiche, suddivise in cinque aree tematiche differenti. Quello che viene custodito nei sette piani dell’imponente edificio di Cromwell Road è un patrimonio di 3000 anni di manufatti - gioielli, cristalli, armature, abiti, ceramica, mobili, oreficeria, sculture, tessuti – che lasciano a bocca aperta. Da non perdere: la Fashion Room è una chicca con i costumi di epoca elisabettiana, gli abiti di Vivienne Westwood, i completi di Armani degli anni '80, e la mostra dedicata all’evoluzione della lingerie femminile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Vitamina E, Covid e sesso. Cosa sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento