menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anm, fallimento alle porte: lunedì incontro decisivo tra Comune e sindacati

La lunga riunione tra Panini, Calabrese e Auricchio da un lato, e le sigle sindacali dall'altro, non ha portato alla sottoscrizione dell'accordo presentato dal Comune. "Bisogna far presto, è sul baratro del fallimento"

Urge trovare un punto d'incontro, lunedì ci sarà un nuovo appuntamento”. L'assessore Enrico Panini dipinge una situazione di Anm ormai al collasso. L'incontro con i sindacati, con il comune rappresentato dallo stesso Panini, da Mario Calabrese e Attilio Auricchio, non è andato come sperava Palazzo San Giacomo. “Non c'è più tempo – ha affermato l'esponente della giunta de Magistris - rischiamo il crollo verticale”.

“Speravamo di poter salutare l'alba della giornata di oggi con la firma di un protocollo con tutti i sindacati che ponesse le basi, con una serie di interventi condivisi, per patrimonializzare Anm e salvare l'azienda dal baratro del fallimento”, spiegano gli assessori Calabrese e Panini. Non è andata così. I sindacati ne sono sicuri, il piano di risanamento proposto dalla giunta de Magistris non è quello giusto. Serve, secondo loro, l'intervento dello Stato così come è già avvenuto per il trasporto regionale.

Niente accordo, Panini: "Situazione al collasso" | Video

Panini e Calabrese, dal canto loro, spiegano che l'obiettivo del Comune è “dare patrimonio all'azienda”. Una “responsabilità che si assume individualmente la giunta con una nuova procedura del valore di diverse decine di milioni”, proseguono, ma “occorre che i conti dell'azienda siano in equilibrio”. Il progetto della giunta è “condividere le linee portanti di un piano strategico quinquennale di rilancio dell'azienda, e di conferma del suo assetto pubblico”.

Capitolo dipendenti. Nel piano comunale non sono previsti licenziamenti, e verrà immediatamente pagata una prima tranche del premio di produzione 2016 di 400 euro. Il Comune ha inoltre chiesto di procedere alla riduzione degli stipendi di dirigenti e quadri.

Infine, spiegano gli assessori, “abbiamo chiesto di ampliare da subito l'orario di funicolari e metropolitana, fino alle 2 il venerdì, il sabato e i prefestivi funicolare e metropolitana, fino alle 00.30 per tre sere le funicolari, e di servire con un'offerta aggiuntiva di trasporto periferie non coperte a sufficienza”. Inoltre, è previsto un potenziamento della vendita di biglietti e del contrasto all'evasione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento