Rete di imprese per favorire crescita ed occupazione, la sfida di Imprens Pomèlia-A.S.I.M.

Sabato 15 dicembre alle 11.00 sarà presentata a Pomigliano d'Arco lAssociazione "Imprens Pomèlia-Asim" presso la sala conferenze della società Bolt (Viale G. Luraghi - Consorzio "Il Sole"). Per risollevare il destino delle PMI, e più in generale della realtà lavorativa, di Napoli e della sua provincia parte da Pomigliano un’interessante iniziativa volta a cercare di porre un freno ad un disagio sociale e lavorativo che sembra piano piano crescere sempre più. Viene quindi direttamente dalle esigenze del territorio la necessità di creare una piattaforma che, forse per la prima volta, cerchi realmente mettere in comunicazione non solo le diverse realtà imprenditoriali, ma anche e soprattutto le persone (liberi professionisti e giovani laureandi o laureati in cerca della prima occupazione) che grazie all’opportunità ed alla vetrina messa a disposizione dell’associazione potranno avere una nuova possibilità di trovare degli inserimenti lavorativi, e, più in generale, le imprese e le persone potranno avere davvero un dialogo e tentare di risolvere insieme tante problematiche della vita professionale.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Mettere in rete esperienze per fare impresa: imprenditori, professionisti, consulenti e giovani neolaureati e in cerca di lavoro danno vita a Pomigliano d'Arco all'associazione "Imprens Pomèlia-A.S.I.M., Associazione sviluppo imprese meridionali", che sarà presentata sabato 15 dicembre alle ore 11.00 nella sala conferenze della Società Bolt di Stefano Palmese, Viale G. Luraghi - Consorzio "Il Sole" nei pressi dell'ingresso n° 1 della FIAT (ingresso Bisarche).
Per risollevare il destino delle PMI, e più in generale della realtà lavorativa, di Napoli e della sua provincia parte da Pomigliano un'interessante iniziativa volta a cercare di porre un freno ad un disagio sociale e lavorativo che sembra piano piano crescere sempre più: In Campania, ma non solo, spesso e volentieri piccoli imprenditori, lavoratori e giovani in cerca d'impiego si trovano ad affrontare una sconfortante sensazione di abbandono tra una crisi economica che non accenna ad allentare la sua morsa ed una politica regionale non sempre pronta e reattiva nel dare una mano. Nasce quindi direttamente dai piccoli imprenditori la decisione di unirsi in un' associazione per per poter meglio rispondere alle esigenze del mercato. L'idea è quella di dare vita ad uno strumento capace di creare un canale privilegiato con i decisori regionali che, in politica come in economia, governano lo sviluppo del territorio, ed il metodo individuato è fare rete, essere un' unica voce, con l'obiettivo di premere sulla politica regionale per fare in modo che metta in agenda una efficace e concertata politica di sviluppo.
I problemi sul tavolo sono tanti: su tutti la difficoltà di accedere al credito bancario e i ritardi nei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, fenomeno che in Campania assume dimensioni maggiori che nel resto del Paese. Ma lo spettro maggiore è quello della desertificazione industriale: l'incubo che insieme alla grande industria anche l'indotto possa lasciare la Provincia di Napoli.Ecco quindi che aziende, professionisti e rappresentanti di altre realtà lavorative mettono insieme le proprie esperienze e competenze professionali per fondare l'associazione di imprese "Imprens PomèliaA.S.I.M.", cui ad oggi hanno deciso di aderire più di 100 soggetti. Battesimo ufficiale a Pomigliano d'Arco (Napoli), dove ha sede l'azienda dell'imprenditore Stefano Palmese, promotore dell'iniziativa. L'idea nasce dalla volontà del Dott. Antonio Della Ratta, che insieme al Dott. Stefano Palmese, imprenditore locale e legale rappresentante del "Gruppo Palmese", e con l'aiuto di un Gruppo Promotore costituito dall'Arch. Giuseppe Maisto, l'Avv. Matilde Paparo, la Dott.ssa Pina Ciccarelli, ed i Dott. Mario Piccolo, Alberto Romano, Enzo Violante e Raffaele Papa, hanno reso fattibile l'iniziativa.
Viene quindi direttamente dalle esigenze del territorio la necessità di creare una piattaforma che, forse per la prima volta, cerchi realmente mettere in comunicazione non solo le diverse realtà imprenditoriali, ma anche e soprattutto le persone (liberi professionisti e giovani laureandi o laureati in cerca della prima occupazione) che grazie all'opportunità ed alla vetrina messa a disposizione dell'associazione potranno avere una nuova possibilità di trovare degli inserimenti lavorativi, e, più in generale, le imprese e le persone potranno avere davvero un dialogo e tentare di risolvere insieme tante problematiche della vita professionale: "Tante noci insieme in un sacco fanno più rumore che una noce da sola"!
Torna su
NapoliToday è in caricamento