menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protesta operai Fincantieri: disagi e strade bloccate dalla manifestazione

La manifestazione degli operai della Fincantieri sta causando gravi tensioni con disagi gravissimi per lavoratori e turisti diretti sia verso la penisola sorrentina che verso Napoli. Al bivio di Pozzano la coda si allunga fino a Vico Equense

La manifestazione degli operai della Fincantieri, cominciata stamattina e che aveva già paralizzato Castellammare di Stabia, non accenna a diminuire.

La protesta sta causando gravi tensioni con disagi gravissimi per lavoratori e turisti diretti sia verso la penisola sorrentina che verso Napoli. Dal bivio di Pozzano la coda si allunga fino a Vico Equense.

E' impossibile effettuare inversione di marcia perché un terzo blocco, attuato dai lavoratori all'altezza del ponte di Seiano, non consente agli automobilisti di dirigersi verso Vico Equense. I manifestanti stanno dando il via libera solo a quelli che sono ritenuti i casi più gravi. C'è tensione tra automobilisti e manifestanti.

Un gruppo di medici chiede l'intervento del prefetto di Napoli per poter passare e raggiungere i loro studi dove i loro pazienti sono in attesa, mentre l'autista di un bus turistico proveniente da Padova parla "di un sequestro che va avanti da due ore". La coda sull'autostrada Napoli-Pompei Salerno, in direzione sud, si allunga fino ad Ercolano.

Durante la manifestazione  un lungo applauso seguito da un altrettanto lungo silenzio è stato dedicato dai lavoratori della Fincantieri che stanno protestano sulla statale Sorrentina al giovane Giuseppe Di Girolamo morto dopo una febbre alta all'ospedale "San Leonardo". Oggi dovrebbe essere resi noti i risultati dell'autopsia eseguita ieri all'obitorio del cimitero di Castellammare di Stabia.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento