Primavera 2015, meno vacanze e hotel più cari: "Napoli sesta in classifica"

Emerge da un'analisi di ProntoHotel.it. che ha preso in esame le destinazioni del Bel Paese più ricercate dagli italiani per quest'inizio di primavera confrontando le tariffe degli hotel di aprile 2014 e 2015

Napoli, panorama - foto V.Graniero

La crisi economica pesa ancora sulle tasche degli italiani e, nonostante l’arrivo della primavera, sono sempre meno quelli che possono concedersi una mini vacanza. Costretti a ridurre non solo il budget destinato ai viaggi, ma anche la durata del proprio soggiorno, passando da una media di 2,9 notti ad una di 1,8.

A quanto pare, però, se le partenze calano, le tariffe degli alberghi lievitano. Almeno questo è quanto emerge da un'analisi del metamotore di ricerca e confronto prezzi ProntoHotel.it che ha preso in esame le destinazioni del Bel Paese più ricercate dagli italiani per quest’inizio di primavera e, grazie al PHPI (Pronto Hotel Price Index, indice dei prezzi medi a notte per 1 camera doppia), ha individuato lo scenario delle tariffe applicate dagli hotel nel mese di aprile (2015) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (2014).   

Nell’arco temporale considerato quasi tutte le destinazioni analizzate hanno registrato un aumento delle tariffe degli hotel. Crescono i listini delle città d’arte Firenze (9%) e Venezia (7%), "dove una notte in hotel costa rispettivamente 177 euro e 221 euro". In cima alla classifica delle città in cui si registra il maggiore rincaro, però, troviamo Milano dove - si evince dall'analisi - "dormire in hotel, per effetto dell’Expo, costa 258 euro circa, ben il 32% in più rispetto al 2014".

In controtendenza Roma, dove si registra un calo prezzi pari all’8%, passando dai 168 euro di aprile 2014 ai 155 euro di quest’anno. Significative anche il calo delle tariffe di altre due tra le mete preferite dagli italiani: Siena (-17%) e Bologna (-21%).

Secondo ProntoHotel, i rincari si registrano anche all'ombra del Vesuvio: con un rilevante + 17%, Napoli è, infatti, sesta in classifica.

Escludendo, infatti, le due località di mare Lecce (-3%) e Viareggio (-16%), si segnalano rincari particolarmente alti a Perugia (23%), Pisa (22%), Genova (20%), Torino (18%) e Napoli (17%). Segni positivi, infine, anche per Padova (13%), Rimini (13%), Catania (11%), Siracusa (10%), Sorrento (5%), Palermo (4%) e Verona (2%).

unnamed(1)-6-2

La classifica realizzata da ProntoHotel.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento