menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La pizza napoletana Stg è salva: rassicurazioni da Bruxelles

Fugati i timori che la pizza potesse sopravvivere al massimo fino al 2017 in virtù di una norma che prevede la soppressione di quelle Stg che non hanno tutelato il proprio nome

La pizza napoletana Stg non corre rischi. Le rassicurazioni arrivano da Bruxelles dove l'argomento è stato affrontato questa mattina in commissione agricoltura del Parlamento europeo, su sollecitazione del presidente Paolo De Castro, nell'ambito dell'esame sul pacchetto per la qualità dei prodotti.

Fugati i timori che la pizza napoletana Stg potesse sopravvivere al massimo fino al 2017 in virtù di una norma che prevede la soppressione di quelle Stg che non hanno tutelato il proprio nome. Il rappresentante della Commissione europea, ha riferito De Castro, "rispondendo ad una mia domanda ha garantito che saranno valutate regole transitorie per i prodotti che già hanno ottenuto il riconoscimento e quindi non c'é alcun rischio per la pizza napoletana Stg".

Dopo una battaglia durata anni, la pizza napoletana nel 2009 era riuscita ad ottenere il riconoscimento europeo di "Specialità tradizionale garantita". A mettere i bastoni tra le ruote di questo ambito marchio, nel dicembre scorso, una proposta della Commissione che per rafforzare la politica di qualità degli alimenti nell'Ue ha previsto di sopprimere le 'Stg' che non hanno protetto il loro nome ma solo la ricetta, come è il caso anche della pizza napoletana.

Per salvaguardare il marchio, l'Italia avrebbe dovuto presentare una nuova domanda di registrazione all'Unione europea con un'aggiunta al solo nome di piazza napoletana, come, ad esempio, pizza napoletana verace. Oggi, infine, il chiarimento. De Castro ha giudicato positivamente anche le risposte arrivate dalla Commissione in merito alla possibilità di introdurre un sistema di programmazione dell'offerta produttiva per i prodotti a denominazione di origine all'interno del pacchetto latte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento