Economia

"Agosto io ci sono": gli alimentari che non vanno in ferie

Il 60% degli esercizi del comparto "food" resterà aperto per rispondere alle esigenze dei sempre più numerosi napoletani che, a causa della crisi, non lasceranno la città per le vacanze

Anche per il 2013 Confesercenti Napoli lancia l'iniziativa “Agosto io ci sono”: la raccolta e la diffusione dei sui negozi del settore food (alimentari, ortofrutta, macellerie) che non chiuderanno i battenti per le vacanze. Secondo le prime indicazioni, quest'estate dovrebbero restare aperti almeno il 60% dei negozi del comparto, con un incremento del 10% rispetto a quanto avvenuto nel 2012. Inoltre saranno sempre funzionanti i mercatini rionali giornalieri e settimanali.

“È molto importante che la città resti aperta anche nei mesi estivi e che le categorie garantiscano le aperture dei negozi di alimentari – sottolinea il presidente di Confesercenti Napoli Vincenzo Schiavo – Penso ai tanti napoletani che non andranno in vacanza o si assenteranno solo per pochi giorni, ed in particolare agli anziani: le attività commerciali rappresentano un presidio del territorio irrinunciabile e Confesercenti collabora volentieri con l'amministrazione comunale per diffondere questo servizio”. Del resto, le stime di Confcommercio parlano di un agosto 2013 in cui – a causa della crisi – resteranno in città almeno sei napoletani su dieci.

“Questi primi dati dimostrano che le imprese si adeguano alla difficile congiuntura economica del momento, e, più generalmente, alle mutate abitudini dei napoletani – afferma Schiavo – Se questo dato sarà confermato, potremo senz'altro parlare di una inversione di tendenza sempre più consolidata rispetto alla città chiusa per ferie a cui si assisteva fino a non poco tempo fa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Agosto io ci sono": gli alimentari che non vanno in ferie

NapoliToday è in caricamento