Economia

Flop consumi, tagli al cenone: il peggior Natale di sempre

Primo consuntivo dell'Osservatorio nazionale di Federconsumatori: rispetto all'anno scorso si è registrato in città un calo del 30% dei consumi. Male per abbigliamento e calzature

Shopping natalizio a Napoli © Tm NewsInfophoto

La crisi si è fatta sentire. E così, inevitabilmente, regali modesti sotto l'Albero di Natale e non solo. Secondo un primo consuntivo dell'Osservatorio nazionale di Federconsumatori, spiega Valerio Esca del Mattino, rispetto all’anno scorso si è registrato a Napoli un calo del 30% dei consumi. Questi i settori più colpiti: abbigliamento e calzature -32%; mobili, arredamento ed elettrodomestici -29%; profumeria e cura della persona -16%; giocattoli -6%; alimentari -2% (il doppio rispetto al dato nazionale); elettronica di consumo -10%; editoria (libri e cd) rimane stabile; turismo -28%.


Un Natale low cost dunque che ha caratterizzato anche le tavole delle feste. Secondo un’analisi della Coldiretti/swg, per il tradizionale cenone della vigilia e il pranzo di Natale gli italiani hanno speso circa 2,5 miliardi di euro. Cifra elevata, ma occorre sapere che in più di una tavola su cinque non è avanzato nulla. Come a dire: quest'anno più che mai c'è stato un contenimento degli sprechi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flop consumi, tagli al cenone: il peggior Natale di sempre

NapoliToday è in caricamento