rotate-mobile
Economia

Napoli campione d'Italia nel risparmio postale: primato assoluto per numero di buoni fruttiferi emessi

2.622.503 i buoni fruttiferi emessi nel capoluogo campano

Libretti e buoni fruttiferi postali si confermano le forme di risparmio preferite dai 3 milioni di cittadini napoletani. Napoli detiene infatti il primato in Italia per buoni fruttiferi postali emessi (2.622.503) ed è seconda solo a Roma per numero di libretti di risparmio (2.125.358 a fronte di 2.153.569). 

Libretti postali: la testimonianza di Anna, giovane estetista napoletana

Anna, 20 anni, pur non avendo ancora un lavoro del tutto stabile, ha aperto un “Libretto smart” nell’ufficio postale dell’Arenaccia, dove vive: "Verso ogni mese sul mio libretto una piccola parte dello stipendio che per ora percepisco lavorando come estetista presso un importante centro estetico. Dopo il diploma alla scuola di estetica, ho iniziato subito come dipendente, ma ho un sogno nel cassetto: aprire un centro benessere tutto mio, all’avanguardia, dedicato a soli uomini: ebbene sì, anche loro oggi sono molto attenti all’estetica e alla cura del corpo. All’estetica – aggiunge – vorrei affiancare una sala fitness e creare un angolo 'bio bar' dove poter servire ai nostri clienti drink salutari e spuntini iperproteici o light, a seconda delle loro esigenze". Un sogno ambizioso, Anna ne è consapevole: "Ma le cose si fanno giorno per giorno: nella decisione di accantonare una piccola somma ogni mese sul mio libretto postale, c’è tutta la voglia di costruire un po’ alla volta il futuro e la speranza che qualcosa che oggi è piccolo domani possa diventare grande". 

Buoni fruttiferi: il primato italiano di Napoli

Napoli è la prima città in assoluto in Italia per numero di buoni fruttiferi emessi (2.622.503); seguono Roma con 2.080.237, Salerno con 1.784.594 e Caserta, al quarto posto con 1.428.486. 

Oltre al classico Buono Fruttifero Ordinario, che ha durata massima 20 anni ed è consigliato per chi vuole investire i propri risparmi in tranquillità (con tassi di interesse fissi e crescenti nel tempo e senza costi di sottoscrizione e di rimborso), per chi ha voglia di fare un investimento più breve è disponibile il Buono 4x4. Anche in questo caso gli interessi sono fissi e crescenti nel tempo, ma maturano ogni quadriennio, con la possibilità di un rimborso dopo 4, 8 o 12 anni. In alternativa è disponibile il Buono 3x4, anche in questo caso con interessi fissi e crescenti nel tempo che però maturano ogni triennio, con possibilità di rimborso dopo 3, 6 o 9 anni. Infine, dedicato a chi vuole un rendimento nel lungo periodo, è disponibile il Buono 5x5, che ha una durata fino a 25 anni con un rendimento fisso crescente e la possibilità di richiedere il rimborso in qualsiasi momento e, dopo 5,10,15 e 20 anni prevede il riconoscimento degli interessi maturati. 

"Ho provato emozione ed orgoglio nel momento in cui ho acquistato un buono per il mio primo nipote, Gennaro, di cui sarò padrino per il battesimo - racconta Carlo, 30 anni, operaio specializzato napoletano - . È il primo regalo importante che faccio e Poste Italiane mi dà la sicurezza che il mio sacrificio di oggi è un investimento certo per il futuro di mio nipote: magari potrà utilizzare quei soldi per fare cose che io non sono riuscito a fare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli campione d'Italia nel risparmio postale: primato assoluto per numero di buoni fruttiferi emessi

NapoliToday è in caricamento