menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napoli fra le 5 mete più amate per shopping e lusso dagli stranieri

Il capoluogo campano, secondo i dati Premier Tax Free del rapporto Pambianco-Fashion and Luxury Summit, sarebbe cresciuta del +36%, più delle altre città italiane nella top 5

La città di Napoli risulta comparire fra le città d'Italia più amate e frequentate per lo shopping e il lusso degli stranieri. I dati Premier Tax Free del rapporto Pambianco-Fashion and Luxury Summit vengono segnalati da Giulio Gargiullo, Digital Marketing Manager specializzato nel business Italia-Russia, che nei prossimi giorni terrà a Napoli, nell'ambito di SMAU, principale evento della tecologia e dell'innovazione, un workshop su come promuovere il proprio brand e la propria attività nel mondo grazie alle news digitali e facendo perno sulle qualità attrative della città di Napoli e della Campania.

La città di Napoli - secondo il rapporto – sarebbe cresciuta del +36%, più delle altre città italiane nella top 5. Infatti dal 2016 al 2017 Milano cresce del 28%, Firenze +27%, Roma +21%, Venezia +11%.

"E' evidente che in questi anni - spiega Gargiullo - stiamo assistendo ad una rinascita di Napoli e della Campania che, da sempre terra di estrema bellezza, gusti e accoglienza, si sta affermando sempre più fra le mete del lusso dei turisti internazionali. Oggi fra i principali turisti ci sono i cinesi e i russi che rappresentano il 50% del mercato tax free. Oggi questo fenomeno si chiama in senso generale Shopping tourism e abbraccia la necessità del viaggiatore di acquistare prodotti di alta qualità come moda, principalmente Made in Italy, oggetti lussuosi ed esclusivi come per esempio Marinella. Ma lo shopping tourism abbraccia anche le esperienze uniche di hotel che non siano solo esclusivi ma che sappiano offrire esperienze 'su misura', come su misura devono essere i tour con autisti, scorta e parenti al seguito, possibilmente verso mete meno note, location affittate in esclusiva o spazi artistici o di grande attrazione aperti in esclusiva per il VIP o il ricco di turno".

"E' fondamentale attrarre i turisti russi con attività di marketing digitale in lingua russa e con un sito internet ad hoc, con o social network locali come VK e con attività di search marketing su Yandex, il principale motore di ricerca russo. Ogni attività commerciale, come anche ogni località o attrattiva può attrarre in questo modo i turisti russi che amano viaggiare per l'Italia e amano sempre più addentrarsi verso località meno note ed interne del Belpaese. E' importante cominciare ad portare i turisti russi verso la nostra attività oggi; che sia un hotel, un ristorante, uno store, una boutique, una località o anche un'azienda dove i russi amano acquistare in sede, vedendo la produzione. Un grande flusso di turismo dalla Russia comincia prima del nostro Natale (cattolico) e termina verso la seconda settimana di gennaio. Questo dipende dalla differenze di calendario fra il Natale cattolico e quello ortodosso. I russi amano tornare nel nostro Paese e da un recente rapporto di TripAdvisor sono i principali amanti della cucina italiana", conclude Gargiullo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento