Lunedì, 17 Maggio 2021
Economia

Napo, la prima moneta comunale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

L'assessore al Lavoro e al Commercio del Comune di Napoli, Marco Esposito, annunzia la nascita del "Napo", ovvero una vera e propria moneta comunale, spiegando: "Creeremo convenzioni con artigiani e botteghe partenopee e i cittadini potranno spendere lì i propri coupon … Ad esempio, un prodotto costa 30 euro? Fare

mo in modo che costi 27 euro e 3 Napo… Gli artigiani, gli esercenti che accumuleranno questa moneta - dice - potranno usufruire essi stessi di agevolazioni e benefit".La comunità militante di Forza Nuova Napoli non può che plaudire all'esperimento intrapreso dalla Giunta del Sindaco de Magistris, rivendicando ovviamente la paternità politica dell'iniziativa, laddove con raccomandata R.A.R. spedita nel maggio 2012, oltre che con una nutrita serie di manifestazioni pubbliche, la Segreteria Provinciale di FN Napoli illustrava al Primo Cittadino il progetto definito giustappunto "Moneta Comunale", prospettando un modello finalizzato alla istituzione di un nuovo meccanismo circolatorio, incentrato non più sull'euro, bensì sull'utilizzo di un diverso simbolo rilasciato dal Comune ai suoi cittadini, utilizzabile dagli stessi per acquistare servizi comunali fino ad allora pagabili solo in moneta contante, così innescando un meccanismo virtuoso al punto tale da sopperire alla crisi di liquidità che affligge l'economia italiana.E' appena il caso di precisare infatti come, nonostante fosse stato originariamente concepito alla stregua di un semplice buono sconto a disposizione dei cittadini virtuosi, il "Napo" ambisca ora a diventare un vero e proprio simbolo di scambio alternativo rispetto alla circolazione dell'euro, mediante la strutturazione di una serie di convenzioni coi commercianti i quali, una volta ricevutolo in pagamento, potranno a loro volta spenderlo per l'acquisto di altre utilità. Tanto, invero, in maniera esattamente coincidente con la dinamica prospettata al Sindaco mesi addietro, nella missiva inviatagli da Forza Nuova Napoli, visibile a questo indirizzo on-line: https://www.forzanuovanapoli.org/2012/05/forza-nuova-napoli-presenta-ai.html .

Ad ogni modo, nonostante la carenza di un pubblico e doveroso riconoscimento circa l'originalità della proposta, nella perseverante concezione di una attività politica svolta nel solo ed esclusivo interesse della cittadinanza, Forza Nuova Napoli mette a disposizione del Sindaco i risultati degli studi condotti sul tema "Moneta comunale", certa di poter dare un significativo contributo.

Il Segretario provinciale, Avv. Riccardo Cafaro

Comunicato n. 20/12

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napo, la prima moneta comunale

NapoliToday è in caricamento