rotate-mobile
Economia

NPO, il Buono Sconto del Comune di Napoli: la mappa degli esercizi aderenti

Può essere speso esclusivamente all’interno del circuito cittadino di Napoli, negli esercizi commerciali e artigianali che aderiscono all’iniziativa e dà diritto a uno sconto sul prezzo in euro pari al 10% come minimo

Il Napo è un buono sconto al portatore distribuito dal Comune di Napoli ai turisti in visita a Napoli e ai residenti che dimostrano senso civico. Il napo può essere speso esclusivamente all’interno del circuito cittadino di Napoli, negli esercizi commerciali e artigianali che aderiscono volontariamente all’iniziativa. Il napo dà diritto a uno sconto sul prezzo in euro pari al 10%, come minimo. Per esempio spesa di 10 euro paghi 9 euro e 1 napo; spesa di 30 euro paghi 27 euro e 3 napo.

Come si arrotonda?
Ogni 10 euro di spesa si può utilizzare un napo. Quindi una spesa di 8 euro non dà diritto a sconti, una spesa di 16 euro dà diritto a uno sconto di un solo euro (15 euro e 1 napo) ma se la spesa da 16 euro sale a 20 euro la somma da spendere diventa 18 euro e 2 napo. Il commerciante deve fatturare solo l’incasso in euro. L’incasso in napo è esente da scontrini e imposte perché legalmente non è una moneta. Non è possibile vendere merce in cambio dei soli napo. Né cambiare i napo in euro o in qualunque altra divisa.

A che servono i napo raccolti dal commercianti?
Ci sono tre utilizzi:
1) consegnarli in quota del 10% a chi non ne possiede: per esempio con una spesa di 40 euro paghi 40 euro e ricevi 4 napo spendibili alla successiva occasione in un qualunque negozio che aderisce all’iniziativa;
2) spenderli come qualunque consumatore: anche il commerciante può utilizzare i napo per aumentare il proprio potere di acquisto, in particolare nei confronti di fornitori locali;
3) raccoglierli in attesa della scadenza di fine 2015 e riconsegnarli al Comune: nei quartieri dove saranno riconsegnati più buoni saranno effettuate azioni di arredo urbano.

LA MAPPA DEGLI ESERCIZI ADERENTI


Quali benefici dà il napo?
1) premia i turisti che arrivano a Napoli e i napoletani che hanno comportamenti corretti, aumentando il potere di acquisto;
2) rappresenta un buono fedeltà nei confronti di chi spende in città, trasferendo spesa dalla grande distribuzione extraurbana al tessuto commerciale e artigianale di vicinato;
3) permette ai commercianti di avere una carta fedeltà a costo zero, utilizzabile anche per fidelizzare chi arriva a Napoli dalla provincia e non possiede i napo;
4) premia i consumatori che spendono nel proprio quartiere e i commercianti che raccolgono più buoni, perché il Comune concentrerà in tali aree azioni di arredo urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

NPO, il Buono Sconto del Comune di Napoli: la mappa degli esercizi aderenti

NapoliToday è in caricamento