rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Economia

Maradona batte Equitalia e “fa un favore” ai contribuenti

La Commissione Tributaria Provinciale di Napoli ha dato ragione all'asso argentino, creando un precedente che potrebbe mettere in difficoltà la società di riscossione

E Maradona vinse la sua partita con Equitalia. Un contenzioso lungo e articolato tale da giustificare toni epici, quello tra il campione argentino e la società di riscossione, quasi come fosse una finale del campionato del mondo.

Ieri la sezione n. 12 della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli, con sentenza n.6410/2015, ha accolto il ricorso proposto dal collegio difensivo dell'argentino contro un'intimazione di pagamento milionaria. Il giudice ha stabilito che l'intimazione di pagamento notificata a Diego Maradona è nulla "perché priva di motivazione, in violazione dello Statuto del Contribuente che, fin dal 2000, stabilisce che gli atti dell'Agenzia delle Entrate e di Equitalia devono spiegare con chiarezza e puntualità le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell'amministrazione".

Due le irregolarità appurate, per un precedente che potrebbe dimostrarsi importante anche per altri cittadini. Innanzitutto l'atto indicava un unico e forfetizzato importo, “spese ed aggi di riscossione”, senza che si potesse distinguere il compenso di riscossione dalle altre spese e, soprattutto, senza che si potesse verificare da quale data compensi e spese erano stati calcolati: quindi Maradona non ha potuto verificare la correttezza della liquidazione operata da Equitalia.

Poi, nell'intimazione vi era una voce “interessi di mora” in cui non veniva indicata né la percentuale di interesse applicata alla somma capitale né la data di decorrenza di tali interessi. Così anche in questo caso l'argentino non ha potuto verificare (e confutare) l'esattezza dei calcoli effettuati da Equitalia.

Si tratta di problemi che si presentano spesso nelle cartelle presentate ai cittadini. La sentenza, quindi, potrebbe diventare un punto di riferimento per tutti coloro che vorranno procedere contro Equitalia per intimazioni poco chiare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maradona batte Equitalia e “fa un favore” ai contribuenti

NapoliToday è in caricamento