"No a limitazioni di orario e subito aiuti economici": in piazza il Comitato Commercianti Agro Nolano

Manifestazione in piazza Duomo a Nola per chiedere, tra le altre cose, l'eliminazione dei limiti di orario lavorativo, tutela economica al 100% per le attività costrette a chiusura ed erogazione immediata della cassa integrazione

Uno dei manifesti della protesta

"Ruah", gli amici e le nostre famiglie ne piangono la triste scomparsa con immenso dolore. E' tornata alla casa del padre l'"Osteria Vini & Boccacci". Sono esempi di testi di alcuni dei tanti manifesti funebri affissi nell'agro - nolano nelle ultime ore che annunciano la chiusura di attività commerciali della zona.  

Oggi, alle ore 18 (ora in cui non è più possibile consumare nei locali secondo gli ultimi decreti), in concomitanza alle manifestazioni che avverranno in altri luoghi della Campania e d'Italia, il "Comitato Commercianti Agro Nolano" e i cittadini sono scesi in piazza Duomo (a Nola) per contestare (in modo pacifico) i "sistemi scellerati di un governo disorganizzato, che in ben otto mesi non è stato capace di organizzarsi per l'emergenza e preferisce far morire le nostre attività!"... Queste le parole dei promotori dell'iniziativa. La manifestazione è stata programmata per mantenere le dovute distanze, segnalate su dei cerchi bianchi.

Il "Comitato Commercianti Agro Nolano" unito all'intera cittadinanza e a tutti coloro che sono stati colpiti dalle conseguenze nefaste della pandemia - si legge in una nota diffusa alla vigilia della manifestazione - scende in piazza per difendere la dignità, calpestata dalla preclusione di uno dei diritti più importanti sanciti dalla Costituzione, ovvero il lavoro.

Le richieste dei manifestanti: l'eliminazione dei limiti di orario lavorativo; l'incremento dei posti in terapia intensiva; tutela economica al 100% per tutte le attività costrette a rimanere chiuse perchè creano assembramento; erogazione immediata della cassa integrazione e sua detassazione; esoneri fiscali per i mesi di sospensione e/o limitazione delle attività; blocco degli affitti e riduzione del 50% degli importi per l'anno seguente alla fine della pandemia; azzeramento dei costi fissi in bolletta; contributi economici reali e tempestivi per i ristoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento