Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Crisi Covid, luglio nero: "In Campania ci saranno 40mila licenziamenti"

Ad annunciare le barricate è la Cgil regionale. Prosegue anche la vertenza Whirlpool, con un presidio all'esterno della Prefettura

Immagine d'archivio

Almeno altre 40mila persone perderanno, in Campania, il posto di lavoro nel prossimo mese di luglio. Sono le stime della Cgil di Napoli e Campania, che attraverso il suo segretario generale Nicola Ricci spiega: "Il rischio vede in prima linea gli operai della Whirlpool ma anche tanti, tantissimi dipendenti di piccole realtà produttive. Quelle fino a 5 addetti soprattutto".

Il sindacato promette barricate. "In regione sono state autorizzate 1.100.000 domande di cassa integrazione. Secondo le nostre stime, sono stati interessati circa 600mila lavoratori. Con la fine del blocco dei licenziamenti, ormai tra un paio di settimane 40mila lavoratori corrono il serio pericolo di essere licenziati. L’azione di mobilitazione che il sindacato sta mettendo in campo in queste settimane punta non solo alla proroga del blocco ma anche ad aprire una discussione seria e necessaria con il governo Draghi sulla riforma degli ammortizzatori sociali", aggiunge il sindacalista al Corriere del Mezzogiorno.

Il caso Whirlpool

Intanto stamani, alla Prefettura, nuovo presidio dei lavoratori della Whirlpool, questo promosso da Fim, Fiom e Uilm Napoli. Obiettivo "a due anni dall’inizio della crisi, di sollecitare le istituzioni locali e il Governo affinché si trovi una soluzione che scongiuri la chiusura".

Le figure professionali che non si trovano

In Campania c'è anche il problema inverso, ovvero che chi vuole assumere ha difficoltà a reperire le necessarie figure professionali. Mancano – riporta il borsino delle professioni di Excelsior – quelle dirigenziali (52,0%), gli operai specializzati (45,9%), i tecnici (44,1%) le professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione (42,5%). E cresce la domanda di tecnici informatici, telematici e delle telecomunicazioni, di operai addetti alle rifiniture, ed in ambito sanitario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Covid, luglio nero: "In Campania ci saranno 40mila licenziamenti"

NapoliToday è in caricamento