rotate-mobile
Economia

Lavoro, una misura per i più giovani: in Campania è “Staffetta Generazionale”

La Regione pagherà i contributi restanti a chi, a tre anni o meno dal pensionamento, vorrà trasformare il suo contratto in part-time per fare largo a nuovi assunti

Staffetta generazionale in Campania: da oggi, e fino al 31 dicembre, potranno essere presentate le richieste per accedere alla misura adottata dalla giunta Caldoro (con spesa di 3 milioni di euro), per incrementare l'occupazione giovanile.

I datori di lavoro interessati possono presentare domanda al fine di trasformare in part-time il contratto di uno o più lavoratori a tre anni o meno dalla pensione che abbiano aderito in maniera volontaria: nelle aziende in questione, al termine dell'iter, partirà quindi l'assunzione di uno o più giovani con contratto a tempo indeterminato o in apprendistato.

Le domande vanno indirizzate attraverso Pec agli uffici regionali preposti, che esamineranno quanto ricevuto in ordine cronologico per poi trasmetterlo all'Inps. Questa controllerà il possesso dei requisiti degli ammissibili, quantificando i contributi da versare, che verranno poi liquidati dall'Ente regionale.

A quel punto, entro i 30 giorni successivi, i datori di lavoro potranno trasformare i contratti dei lavoratori “in uscita” assumendone di più giovani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, una misura per i più giovani: in Campania è “Staffetta Generazionale”

NapoliToday è in caricamento