Economia

I lavoratori Giraservice in presidio sotto il palazzo della Regione Campania

Lavoratori sempre più preoccupati per il futuro lavorativo

"Dopo mesi di incontri al tavolo congiunto con le Istituzioni Regionali e il Consorzio Unico Campania prendiamo atto che l’obiettivo della salvaguardia di tutti i livelli occupazionali dei lavoratori Giraservice è un tema prioritario solo per le organizzazioni sindacali.
Oltre al fiume di parole, i fatti per ora inchiodano alle loro responsabilità gli attori del tavolo congiunto. Le OO.SS. hanno fatto largamente la loro parte, elaborando e inviando una piattaforma di articolate proposte che potrebbero evitare il disastro sociale verso cui altri si stanno irresponsabilmente incamminando. A queste proposte, nessuna risposta concreta è arrivata dopo due settimane. L’unica risposta che abbiamo ricevuto è rappresentata dalla pubblicazione della gara di affidamento della distribuzione dei titoli di viaggio, avvenuta il 03/02/2021, gara che non offre nessuna garanzia ai lavoratori, ed è l’anticamera a tantissimi licenziamenti per questi lavoratori storici che da oltre 25 anni
svolgono un servizio pubblico essenziale per Consorzio e Regione.

Per questo, i lavoratori preoccupati per il loro futuro lavorativo, dal 16 Febbraio saranno in presidio tutti i giorni sotto la sede della Regione Campania a Palazzo Santa Lucia, per manifestare tutta la loro rabbia e delusione nei confronti sia delle Istituzioni Regionali e sia del Consorzio Unico Campania, per le scellerate azioni, foriere di prossimi disastri dal punto di vista sociale e occupazionale in piena crisi economico-sanitaria ai tempi del Covid-19", spiegano in una nota congiunta  FISASCAT CISL- UGL TERZIARIO.

Il Segretario Regionale della Fisascat – CISL Pietro Contemi dichiara: "Non riusciamo a comprendere come mai si vada consapevolmente verso un disastro sociale largamente annunciato. La Regione Campania deve disinnescare la bomba sociale GIRASERVICE. Il Consorzio Unico Campania ha prodotto una gara che manderà per strada tanti lavoratori. Chiediamo piu’ fatti e meno parole. La Segreteria UGL Terziario Campania nelle persone del Segr. Vincenzo Pavia e di Carlo Fergola dichiarano: È sconcertante che, a quasi un anno di interlocuzioni e i vari campanelli d’allarme lanciati già mesi fa dalla UGL Terziario e la FISASCAT CISL, ad oggi non vi siano percorsi ben delineati per la salvaguardia di tutti i lavoratori di Giraservice. Chiediamo un immediato incontro con tutte le parti coinvolte ed un forte intervento della Regione al fine di scongiurare una potenziale e drammatica situazione sociale, poiché il bando indetto da Unico Campania, come oggi strutturato, non permette di salvaguardare neanche il 20% dei 140 lavoratori di Giraservice".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori Giraservice in presidio sotto il palazzo della Regione Campania

NapoliToday è in caricamento