rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia

Metro Linea 1, arrivano i fondi europei. Tratta completata entro il 2012

Disponibili 400 milioni e 658mila euro per concludere i lavori sulla linea lungo Dante-Municipio-Garibaldi-Centro Direzionale. Entro la fine dell'anno saranno liquidati 56 milioni

È stato firmato dall'assessorato ai Trasporti della Regione Campania e il Comune di Napoli un accordo con il quale si rendono disponibili 400 milioni e 658mila euro di fondi europei di competenza regionale 2007-2013 per il completamento della tratta Dante-Municipio-Garibaldi-Centro Direzionale della linea 1 della metropolitana di Napoli.

Grazie a questi fondi saranno garantiti la prosecuzione dei lavori sulla tratta e il loro completamento, che in base all'accordo avverrà entro il 31 dicembre 2012. "Con questo accordo - ha spiegato l'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania, Sergio Vetrella - diamo via libera alle risorse europee che consentiranno di proseguire e completare i lavori di un'importante tratta della metropolitana di Napoli e della Campania, che chiuderà il grande anello della linea 1 congiungendosi alla tratta che sta realizzando Metrocampania Nord Est da Piscinola a Secondigliano e Capodichino. Un risultato significativo, dunque, non solo per la mobilità dei cittadini, ma anche per i numerosi lavoratori e le aziende impegnati nei cantieri di questa importante opera pubblica, in un periodo particolarmente difficile per l'economia e l'occupazione della nostra regione".

"Vorrei sottolineare - ha aggiunto Vetrella - che le numerose e dettagliate procedure previste dall'accordo ci consentiranno di garantire ai nostri cittadini e contribuenti che in questo caso i fondi europei saranno spesi bene, senza sprechi o ritardi, seguendo il principio che dovrebbe essere sempre alla base del corretto uso dei fondi pubblici, e cioè la realizzazione di opere che siano davvero utili a tutti. Per questo - ha concluso - voglio ringraziare il Comune di Napoli che si è impegnato nell'accordo a garantire con fondi propri la gestione della linea quando sarà a regime, e a presentare un piano di riassetto della mobilità che massimizzi l'utilità dell'investimento della nuova tratta metropolitana. Il nostro obiettivo, infatti, più che costruire km e km di binari, deve essere prima di tutto quello di garantire qualità e quantità dei servizi di trasporto sulle nuove infrastrutture e di migliorare e potenziare quelli sulle linee già in esercizio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro Linea 1, arrivano i fondi europei. Tratta completata entro il 2012

NapoliToday è in caricamento