rotate-mobile
Economia

Napoli capitale dell'EuroMediterraneo: ministri, capitani d'industria e guru della finanza, chi sarà in città per la 3 giorni di Feuromed

Napoli e la Campania campioni italiani dell'export manufatturiero a +28,9% nel 2023, ma non lo sa nessuno. Roberto Napoletano, direttore Feuromed: "cambiare la narrazione del Sud!".

Sud motore di pace e di sviluppo nell'"EuroMediterraneo": per delineare soluzioni, definire strategie e spingere questo indispensabile processo saranno  Napoli, per 3 giorni, gli attori principali della vita politica, economica, finanziaria ed accademica d'Italia e di Europa nell'ambito di Feuromed- il Festival euromediterraneo dell'economia. Sarà inoltre presentato "Federicum", progetto di formazione che fonda sull'interscambio e punta a creare uno stabile ponte accademico-culturale tra Europa e Africa perché "l'Africa - come precisa Roberto Napoletano, direttore di Feuromed e de Il Quotidiano del Sud - l'Africa ha la povertà ma anche i giovani e le risorse, vecchie e nuove, e la speranza". 

Ai lavori parteciperanno oltre 60 relatori, tra cui 5 ministri nazionali e rettori e ministri internazionali, commissari e direttori generali europei, le voci più autorevoli del Mediterraneo allargato e delle istituzioni multilaterali, oltre 20 tra Amministratori Delegati e Presidenti delle più importanti aziende italiane globali e della finanza.

Matteo Lorito

Il Sud motore della crescita

Il confronto partirà dalla Carta di Napoli, frutto degli spunti e delle riflessioni emerse dalla prima edizione di Feuromed tenuto sempe a Napoli nel 2023.

Il Sud Italia, primo fra i Sud del mondo, si pone come motore di sviluppo: "ne sono un esempio la sua misurabile crescita industriale, il proliferare di piccole e medie imprese, un numero di start up paragonabile al Nord - spiega Roberto Napoletano - Il Mezzogiorno, ormai, è il motore che ha portato l’Italia a correre più dei vicini Paesi europei rispetto ai livelli pre-Covid. Una tendenza iniziata molto prima della crisi pandemica, quando le imprese avevano cominciato ad aumentare la loro produttività e continuano a farlo ancora oggi. Tanto che l’aumento più significativo nell’export è stato registrato proprio dal Sud con una crescita del 16,8%, seguito dal Nord Ovest (+2,7%), e dal Nord Est e dal Centro che sono calati rispettivamente dell’1 e del 3,4%. A trainare questa crescita è la Campania, che ha chiuso il 2023 con un +28,9% passando dai 12,3 miliardi di euro di esportazioni del 2019 ai 22,2 di oggi. Fanno bene anche il Molise (+21,1%), la Calabria (+20,9%), l’Abruzzo (+13,6%), e la Basilicata (+5,5%)".

I riflettori saranno puntati, dunque, sul Mezzogiorno, sul centro del Mediterraneo, che torna a essere il "fronte strategico per la crescita di tutta l’Europa e che può rappresentare il motore di pace e sviluppo sostenibile anche alla luce del piano Mattei per l'Africa".

Gaetano Manfredi-5

Il Festival

Il Festival si articola in tre sessioni:

la prima giornata sarà dedicata al quadro geopolitico che coinvolge il Mediterraneo e alle sfide strategiche, energetiche e infrastrutturali;

la seconda alla nuova geografia dei traffici, all’industria del mare e alla sfida strategica del capitale umano per costruire la nuova classe dirigente del Mediterraneo, alla grande rete del futuro, alle politiche industriali europee e al nuovo Mediterraneo;

la terza e ultima a un racconto del Sud italiano come primo dei Sud del mondo per sicurezza, tasso di sviluppo industriale e collocazione strategica all’interno di un Paese del G7 

Feuromed

Il programma di Feuromed

Feuromed si svolge nel Centro Congressi dell'Università degli Studi Federico II, in via Pertenope.

Giovedì 18 aprile 

Sessione Mattutina:  Inizio 9.30, Chairman Roberto Napoletano

Intervento di apertura del Rettore dell’Università di Napoli Federico II, Matteo Lorito: Il capitale umano del futuro è la scommessa euromediterranea da vincere

Intervento del Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi: La responsabilità del Sud italiano nel nuovo mondo e il ruolo di Napoli come capitale del Mediterraneo

Prolusione: ► Ignazio Visco, già Governatore della Banca d’Italia (2011- 2023) e già Capo Economista e Direttore dell’Economics Department dell’OCSE: Capitale umano e innovazione. Difficoltà antiche, sfide di oggi: Europa, Italia, Mezzogiorno

Il significato di Feuromed, perché il Sud è il Domani. Interventi:

  • Roberto Napoletano, Direttore del Quotidiano del Sud e di Feuromed
  • Patrizio Bianchi, Presidente advisory board di Feuromed
  • Giuliano Noci, Advisory Board Festival, Full professor di Strategia e Marketing e Vice-Rector for China del Politecnico di Milano

Dario Scannapieco, Amministratore Delegato CDP, Presidente ELTI – associazione delle 31 casse europee Le “CDP” europee e la sfida dello sviluppo sostenibile di Mediterraneo e Africa.

Video collegamento In collaborazione e diretta con Villaggio per la Terra – Intervento di Padre Benanti, Presidente della Commissione AI per l’informazione. Intervistato da Andrea Monda, direttore dell’Osservatore romano

I quattro Mediterranei: polveriera o sviluppo? La sfida di una economia della pace: Il Mediterraneo è luogo di contraddizioni e di sfide, ma torna ad essere centrale. Di fronte alla dimensione dei problemi le politiche nazionali non sono sufficienti e le risposte delle forze sovraniste risultano del tutto velleitarie. Di fronte alle debolezze del multilateralismo, bisogna ricostruire un nuovo ordine mondiale e una nuova governance politica e finanziaria. L’Europa deve tornare protagonista riconoscendo il valore strategico del Mediterraneo per il futuro del mondo Keynote: Marco Minniti, Presidente Fondazione Med-Or, già Ministro dell’Interno. I quattro Mediterranei e il Sud italiano motore di pace e sviluppo in un mondo con un Sud globale sempre più grande e un Nord globale sempre più piccolo

Intervista:

  • Luigi Ferraris, Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato. Ferrovie e Ponte, il Sud riconnette i Mediterranei all’Italia e l’Italia al Nord dell’Europa
  • Vito Pertosa, Presidente Angel Holding
  • Pietro Salini, Amministratore Delegato Webuild

Conclude: Ercole Incalza, Advisory Board Festival, Manager pubblico, esperto di economia dei trasporti

Sessione Pomeridiana: Inizio 15.00, Chairman Roberto Napoletano

I quattro Mediterranei/Costruire la Grande Rete per la pace e lo sviluppo sostenibile: il Mezzogiorno deve diventare l’hub energetico del Paese e il ponte dell’Europa nel Mediterraneo. Importante il ruolo della grande rete energetica che guarda all’Africa. Il Sud è già pronto ma servono più logistica, connessioni e trasformazione. Il ruolo delle infrastrutture – dalle ferrovie, all’energia, dalla portualità all’industria del mare – è cruciale. A confronto con le strategie delle grandi aziende globali nazionali

Intervista:

  • Paolo Scaroni, Presidente Enel A che punto siamo nella transizione energetica?
  • Videointervista: Claudio Descalzi, Amministratore Delegato Eni: Il Piano Mattei/noi e l’Africa e il Mediterraneo allargato
  • Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato Acea L’acqua come elemento alla base dello sviluppo sociale ed industriale delle comunità. Il ruolo delle infrastrutture idriche nel Mediterraneo allargato
  • Videointervista:Ditte Juul-Jorgensen, Direttore Generale DG Energia della Commissione europea L’elettrodotto e i cavi dei Sud del mondo che salvano l’Europa

Sole, vento, gas, rifiuti, l’energia del futuro e l’indipendenza energetica italiana: Conduce Sara Roversi, Presidente del Future Food Institute. A confronto:

  • Claudio Farina, Chief Strategy & Technology Officer Snam
  • Nina Birgitte Koch, Vicepresidente Equinor
  • Simen Braein, Senior VP Europe di Statkraft (Simen Bræin | LinkedIn)
  • Fabio Bocchiola, Amministratore Delegato Repower
  • Domenico Laforgia, Presidente di Acquedotto Pugliese S.p.A.
  • Francesco Salerni, Direttore Industrial Program Management Office Terna

Intervista:

 Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato A2A: Economia Circolare. La corretta gestione del ciclo dei rifiuti e la valorizzazione delle nostre “materie prime”: sfide e opportunità per l’area del Mediterraneo

Davide Tabarelli, Advisory Board Festival, Presidente Nomisma Energia intervista  Gilberto Pichetto Fratin, Ministro nell’ambiente e della sicurezza energetica

I lavori saranno seguiti dal festival in piazza, al maschio Angioino 

Venerdì 19 aprile

Sessione Mattutina Inizio 9.30 Chairman Roberto Napoletano

Intervento del Ministro per gli affari europei, le politiche di coesione e il PNRR Raffaele Fitto: Le infrastrutture strategiche e la sfida del repower EU con la piattaforma per il nuovo Mediterraneo

Capitale umano, ricerca e diplomazia scientifica Intervento di Romano Prodi, già Presidente del Consiglio e già Presidente della Commissione europea. Nuove Università per un nuovo Mediterraneo

Intervista con Roberto Cingolani, Amministratore Delegato Leonardo

La grande rete del futuro: intervista a Iliana Ivanova, Commissaria europea all’Innovazione, Ricerca, Cultura, Educazione e Gioventù.  Conduce Sara Roversi, Presidente del Future Food Institute

A confronto:

  • Abdallah Saaf, Senior Fellow at the Policy Center for the New South and Affiliate Professor at Mohammed VI Polytechnic University
  • Karim El Aynaoui, Presidente del Policy Center for the New South, Vice Presidente Esecutivo dell’Università Mohammed VI Polytechnic e Decano delle facoltà di Scienze Umane, Sociali ed Economiche
  • Nathir Obeidat, Rettore University of Jordan
  • Matteo Lorito, Advisory Board Festival, Rettore dell’Università di Napoli Federico II, Presidente Fondazione Agritech
  • Cristiano Carrus, Amministratore Delegato BdM Banca S.p.A. – Gruppo Mediocredito Centrale
  • Nicola Leone, Magnifico Rettore Università della Calabria
  • Manfo Zangmo Mathurin, fondatore e direttore della scuola italiana in Camerun
  • Michele Marchi, Advisory Board Festival, Coordinatore del corso di laurea Storia, società e culture del Mediterraneo, Università di Bologna – Campus di Ravenna
  • Videocollegamento con il Ministro dell’Università e della Ricerca Annamaria Bernini 

PRESENTAZIONE START UP a cura di Harmonic Innovation Hub

Venerdì 19 aprile

Sessione Pomeridiana Inizio 15.00 Chairman Roberto Napoletano:  L’industria del mare. La nuova geografia dei traffici, la guerra del Mar Rosso

Intervista:

  • Pierfrancesco Vago, Executive Chairman MSC Cruises
  • Emanuele Grimaldi, Presidente International Chamber of Shipping (Ics)
  • Claudio Graziano, Presidente Fincantieri

A confronto:

  • Pino Soriero, già Sottosegretario ai trasporti, promotore del progetto “Gioia Tauro è andata in porto”,Presidente della Conferenza delle Accademie Statali
  • Giuseppe Nargi, Direttore regionale Campania Calabria e Sicilia Intesa Sanpaolo
  • Greta Tellarini, Professore ordinario di Diritto della navigazione e dei trasporti presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Bologna. Componente dell’Advisory Board dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti ART

Intervista con Giuseppe Gola, Amministratore Delegato Open fiber Nuova cultura dell’innovazione tra impresa, formazione e difesa nel Mediterraneo

Intervento in Videocollegamento Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy Politiche industriali europee e Nuovo Mediterraneo

A confronto:

Antonio Gozzi, Presidente Duferco e Interconnector Energy Italia

Antonio D’Amato, Presidente Gruppo Seda, Presidente Onorario Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Presidente Fondazione Mezzogiorno

Intervista con Luigi Di Maio, Rappresentante speciale dell’Unione europea per il Golfo Persico

La giornata di lavori si concluderà con il Festival in piazza, al Maschio Angioino

Sabato 20 aprile

Sessione Mattutina Inizio 09.30 Chairman Roberto Napoletano

Confronto Mezzogiorno/Europa Mezzogiorni/Il Sud italiano incrocio per i Sud del mondo, la sfida della leadership del Sud globale per fare incontrare Nord e Sud come risposta al declino del secondo colonialismo francese e anglosassone. La giornata conclusiva parte da un assunto: il Sud italiano è il primo dei Sud del mondo. Sarà l’occasione per una riflessione sul Mezzogiorno italiano e Mezzogiorno d’Europa e per verificare lo stato di avanzamento della Carta di Napoli un anno dopo

Antonio Tajani, Vicepremier, ministro degli Esteri, già Presidente del Parlamento e commissario europeo

Prolusione: Pier Carlo Padoan, Presidente Cda Unicredit, già Ministro dell’economia, già vice segretario generale dell’OCSE

Intervento del Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi: Fare investimenti e fare finanza di sviluppo nel Mezzogiorno italiano, la sfida della nuova coesione e dell’attrazione di capitali internazionali

Intervista a Nicola Maione, Presidente Monte dei Paschi di Siena

A confronto:

  • Gregorio De Felice, Chief Economist Intesa Sanpaolo
  • Fabrizia Lapecorella, Vice segretario generale Ocse
  • Gelsomina Vigliotti, Vicepresidente BEI
  • Pasquale Salzano, Presidente SIMEST
  • Donato Iacovone, Docente di “Business Modeling and Planning” presso l’Università Luiss di Roma. Presidente Webuild.
  • Roberto Ghisellini, Condirettore Generale Crédit Agricole Italia
  • Mario Rocco, Advisory Board Festival, Equity Partner – Head of Valuation, Modelling & Economics, EY Italy-Adjunct Professor Luiss Business School

A confronto:

  • Pina Picierno, Vice-Presidente del Parlamento europeo
  • Biagio Mazzotta, Ragioniere Generale dello Stato
  • Luigi Sbarra, segretario generale della CISL
  • Renato Schifani, Presidente Regione Sicilia
  • Alessandra Todde, Presidente della Regione Sardegna
  • Roberto Occhiuto, Presidente Regione Calabria
  • Michele Emiliano, Presidente Regione Puglia
  • Marco Marsilio, Presidente Regione Abruzzo

La narrazione cambiata del Mezzogiorno. Le grandi multinazionali del Sud e la scelta strategica della Università del Mediterraneo Testimonianze dal mondo delle imprese e della società civile Intervento: ► Francesco Cicione, founder & Presidente Entopan Pp e Presidente.

Innovazione e impresa, il Sud è il Domani che esiste già A confronto:

  • Stefano Consiglio, Presidente fondazione con il sud
  • Costanzo Jannotti Pecci, Presidente dell’Unione Industriali Napoli
  • Francesco Scarcello, prorettore dell’Università della Calabria e ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria informatica, elettronica e sistemistica (Dimes)
  • Emanuele Spampinato, Presidente EHT
  • Pina Amarelli, Presidente di Amarelli Srl
  • Giuseppe Sottile, Responsabile area Sud- Banca Etica
  • Massimo Maioletti, avvocato, partner, head of data protection & cybersecurity team – Eversheds Sutherland

Sabato 20 aprile

Sessione Pomeridiana Inizio 15.00 Chairman Roberto Napoletano

A confronto:

  • Giorgio Scarpelli, CTO Europe and Latin America di NTTDATA
  • Vincenzo Linarello, Presidente Goel – Gruppo Cooperativo
  • Salvatore Capasso, Direttore dell’Istituto di studi sul Mediterraneo del Consiglio nazionale delle ricerche
  • Giovanni Pensabene, Presidente Fondazione Carical
  • Andrea Zincone, avvocato, partner, IT team – Eversheds Sutherland

VideoIntervista: Pietrangelo Buttafuoco, Presidente Biennale di Venezia

Il ritorno della Magnagrecia. Mediterraneo, produttore di cultura per il nuovo mondo con intervento del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e di Josep Borrell*, Alto Rappresentante dell’UE per gli affari esteri

Conclusioni di Roberto Napoletano e Patrizio Bianchi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli capitale dell'EuroMediterraneo: ministri, capitani d'industria e guru della finanza, chi sarà in città per la 3 giorni di Feuromed

NapoliToday è in caricamento