Economia Soccavo / Via dell'Epomeo

Epomeo Card, con lo shopping si riqualifica il quartiere

La carta prepagata del circuito MasterCard permetterà ai cittadini di Soccavo di collaborare con l'amministrazione pubblica alla riqualificazione del territorio facendo shopping nei negozi convenzionati

Via dell'Epomeo (Google Map)

Una carta per usufruire di sconti nei negozi e contribuire ai progetti pubblici di riqualificazione del quartiere. Nasce a Soccavo la "Epomeo Card", carta prepagata del circuito MasterCard che permetterà ai cittadini del quartiere di collaborare con l'amministrazione pubblica alla riqualificazione del territorio semplicemente facendo shopping nei negozi convenzionati. "Un progetto pensato per Soccavo, come primo vero esempio di come sia possibile collaborare con l'amministrazione pubblica, ma che potrà ben presto essere esportato in tutta la città e, perché no, anche a livello nazionale", spiega Giovanni Adelfi, presidente dell'Unione Imprese del Centro commerciale naturale Epomeo, promotore dell'esclusiva card realizzata con il contributo della Regione Campania.

COME FUNZIONA - La carta permette di avere degli sconti che vengono accumulati e che poi possono essere spesi negli stessi negozi. Ogni dieci euro, il cittadino può decidere di dare un euro a un fondo che sarà usato per i progetti di riqualificazione del quartiere che erano stati progettati dal Comune di Napoli nell'anno 2000 e non sono ancora partiti. I soldi verranno gestiti, assicura Adinolfi, da un comitato paritetico che lo farà in assoluta trasparenza. Gli organizzatori prevedono di distribuire 30.000 carte in due anni e una raccolta di un milione di euro l'anno, precisa Adelfi. La carta sarà adottata nei negozi dell'Unione Epomeo, che con 2.500 esercizi affiliati, è uno dei più grandi centri commerciali di Napoli.


I COMMENTI - L'iniziativa è stata definita "un esempio di come fare rete sia molto utile e di come ci sia bisogno di una fiducia diffusa per far muovere l'economia in un momento difficile" dall'assessore allo sviluppo del Comune di Napoli Marco Esposito, mentre l'assessore regionale ai trasporti Sergio Vetrella ha sottolineato come "la carta valorizza ancora di più i centri commerciali naturali su cui stiamo puntando intensamente, come dimostrano i progetti da noi inseriti nel Paser". Il vicepresidente della Camera di Commercio di Napoli, Alessandro Limatola, ha rimarcato infine che: "Non si tratta di uno strumento ulteriore di indebitamento per le famiglie, in un momento così drammatico di crisi e con gli effetti sotto gli occhi di tutti, ma soprattutto di una risposta concreta ad un bisogno di innovazione tecnologica per il comparto del terziario in particolare. L'innovazione tecnologica rappresenta una delle principali leve dell'ente camerale partenopeo per la promozione e per lo sviluppo delle attività imprenditoriali". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epomeo Card, con lo shopping si riqualifica il quartiere

NapoliToday è in caricamento