Economia

Whirlpool: "Il decreto governativo non è sufficiente a salvare lo stabilimento napoletano"

L'azienda si esprime sul decreto sulle crisi aziendali che il Governo sta per pubblicare in Gazzetta: "Interventi insufficienti per garantire la profittabilità di Napoli"

Il decreto sulle crisi aziendali (in dirittura d'arrivo in Gazzetta Ufficiale) contiene "interventi insufficienti per garantire la profittabilità dello stabilimento napoletano": lo dichiara la Whirlpool, che ribadisce che l'unica soluzione è "dare una nuova missione produttiva al sito di Napoli". 

Il progetto dell'azienda

Nello specifico "i 16,9 milioni di euro calcolati nel testo per il biennio 2019/2020 considerano la messa in solidarietà del 60% dei circa 5500 dipendenti di Whirlpool in Italia. E questa non è un'opzione. [...] L'intervento poi non rappresenta un intervento strutturale a lungo termine per lo stabilimento di Napoli, soprattutto se comparato ai circa 100 milioni investiti dall'azienda negli ultimi anni". Whirlpool si dice "pronta a presentare una nuova missione industriale per lo stabilimento di Napoli". 

SEVERINO NAPPI - "Questo decreto ha fatto solo perdere tempo prezioso e illuso gli operai. Di Maio è troppo preso a condurre l'unica battaglia per il 'posto' che gli interessa, il suo. Anche per questo speriamo si torni al voto". Così Severino Nappi, presidente dell'Associazione Nord Sud. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Whirlpool: "Il decreto governativo non è sufficiente a salvare lo stabilimento napoletano"

NapoliToday è in caricamento