Coronavirus, Confesercenti Campania: "50% delle attività rischia fallimento, si intevenga subito"

Vincenzo Schiavo, presidente Confesercenti Campania e Molise: "Commercio in rianimazione. Governo e Regione intervengano subito. Altrimenti il 50% delle attività commerciali delle nostre zone chiuderanno per sempre"

Confesercenti Interregionale Campania e Molise, in linea con quello Nazionale, sottolinea ancora una volta l'allarme rosso per le attività commerciali. «Il commercio è in sala di rianimazione - avverte Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e Molise- il Governo, la Regione, intervengano subito, adesso. Altrimenti il 50% delle attività commerciali delle nostre zone chiuderanno per sempre. Notiamo che il Governo continua a fare burocrazia, a sentire le parti sociali, ma non si rende conto che le aziende sono al collasso, non hanno più solvibilità e hanno bisogno di riempire le loro dispense ormai vuote.  Il governo deve intervenire dando finanziamenti e sostegno a tutti coloro che per decreto sono costretti a casa e hanno abbassato le saracinesche delle loro attività. In Italia ci sono 8 milioni e 200mila partite IVA che stanno a casa. Abbiamo 4 milioni di agenti di commercio che lavoravano con ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie. Questi signori che lavoravano e vivevano grazie alle percentuali dei loro fatturati sono stati abbandonati. Chi se ne sta occupando? Siamo noi di Confesercenti che chiediamo a gran voce al Governo di intervenire subito! Sono 5 i milioni di imprese in Italia che sono ferme, hanno bisogno di avere respiro economico e di avere liquidità per far sopravvivere le loro famiglie e per poter pagare le varie bollette, i pagamenti e i loro dipendenti.  Ribadisco - conclude Schiavo - l’allarme è rosso, dalla rianimazione alla terapia intensiva il passo è breve per le nostre aziende. E da lì il fallimento è dietro l’angolo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ufficio economico di Confesercenti Nazionale commenta così i dati diffusi oggi da Istat sulla fiducia di consumatori e imprese a marzo: il quadro che abbiamo davanti è allarmante: una forte caduta (10 punti) dell'indice relativo ai consumatori ed un vero e proprio crollo (16 punti) di quello delle imprese. Il calo è in picchiata per i servizi turistici, si arriva a - 40 punti.
Il commercio, sia di grande che di piccola dimensione segnala una caduta significativa, di circa 10 punti. Una situazione destinata, purtroppo, solo a peggiorare per il resto del mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento