Coronavirus, il Centro Ester lancia Spesaonlus.it in sostegno delle famiglie in difficoltà

Nei giorni dello stop forzato ad ogni tipo di attività, il Centro lavora sul piano della solidarietà per continuare ad essere al servizio dei cittadini

Il Centro Ester sempre più al fianco delle famiglie dei quartieri di Napoli, in particolare: Barra, San Giovanni a Teduccio e Ponticelli. Nei giorni dello stop forzato ad ogni tipo di attività, si lavora sul piano della solidarietà per continuare ad essere al servizio della zona orientale.

Il presidente del Centro Ester Pasquale Corvino lancia così l’iniziativa Spesaonlus.it: “L’obiettivo è quello di guardare oltre organizzandosi per dare una mano a chi nei prossimi giorni andrà in gravi difficoltà economiche per il prolungarsi dello stop forzato ad ogni tipo di attività in grado di produrre reddito. Saranno in tanti ad avere problemi anche per fare la spesa ed avranno bisogno di una mano concreta in attesa che la vita riprenda a scorrere sui binari della normalità”.
Oltre al Centro Ester sono pronti a dare un mano altri sponsor come: Babydream, Kids, Snkrsclub, Clootee, Ambrogio, Authentico.

“Per la spesa -sottolinea Pasquale Corvino- che effettueremo presso un CEDI di Salerno che garantisce prezzi di favore, cercheremo di raccogliere fondi anche con l’aiuto del sito GoFundMe attraverso il quale tutti possono dare una mano. Infine i ringraziamenti. Doveroso quello al responsabile sociale del Centro Ester Enzo De Micco, da sempre attento alle dinamiche che interessano il quartiere di Barra. Sentiti quelli all’imprenditore Marco Urso che ha già aderito con entusiasmo all’iniziativa lanciata dal Centro Ester”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto che prende vita a Barra prevede l’utilizzo di una tecnologia informatica replicabile in ogni luogo d’Italia. Nel momento della solidarietà nazionale è possibile utilizzarla per lo stesso fine in tutti gli altri Comuni della Penisola. 
Quanto raccolto transiterà attraverso la Parrocchia Ave Gratia Plena (Corso Sirena 272  cap. 80147 Barra - Napoli). Compito di Padre Fulvio che in accordo con la protezione civile consegnerà ai bisognosi individuati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento