Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia San giorgio a cremano

Coronavirus, buoni spesa: chi può accedere e come fare domanda a San Giorgio a Cremano

In cittadini in difficoltà economica possono presentare domanda entro le ore 20 del 6 aprile 2020

"Siamo pronti per ricevere le richieste dei buoni spesa da parte dei cittadini che vivano uno stato di difficoltà socio-economica a causa dell’emergenza Covid-19". Lo scrive il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, sulla sua pagina Facebook, spiegando anche che i buoni spesa saranno in taglio di 25 euro l’uno, non convertibili in denaro in nessun caso, e dovranno essere necessariamente spesi presso attività commerciali del territorio il cui elenco sarà pubblicato sul sito www.e-cremano.it.

Anche i commercianti che volessero convenzionarsi troveranno tutte le modalità sulla home page del lo stesso sito

Come richiedere i buoni spesa

E’ possibile richiedere i buoni spesa in due modi: Inviando, entro le ore 20 del 6 aprile 2020, una e-mail all’indirizzo buonispesa@e-cremano.it con l’allegato modello debitamente compilato, in uno con il documento di identità del richiedente. Gli allegati potranno essere scannerizzati o fotografati, ma dovranno comunque riportare firma autografa del richiedente;

Telefonando, esclusivamente nei giorni 3, 4 e 6 aprile 2020 dalle 9 alle 13 ad uno dei seguenti numeri telefonici: 0815654317 – 0815654353 - 0815654369 – 0815654375. Dei dipendenti comunali raccoglieranno le dichiarazioni verbali degli istanti e compileranno le autocertificazioni, che dovranno essere firmate al momento della consegna dei buoni.

L’attribuzione dei buoni spesa avverrà secondo l’ordine cronologico di arrivo delle richieste, di cui sarà tenuto apposito protocollo interno. Modalità e calendario di consegna dei buoni saranno pubblicati sul sito.

Tutte le dichiarazioni saranno soggette a controllo e comunque inviate alla Guardia di Finanza per gli accertamenti necessari.
Mi raccomando di non richiedere i buoni spesa se non in grave e reale situazione di disagio, per non togliere questo beneficio a chi realmente ha difficoltà a sopravvivere.

Ad ogni nucleo familiare sarà consegnato un numero di buoni pari a 150 euro nel caso di nuclei familiari composti da una sola persona, con aumento di 50 euro ogni persona in più in famiglia, fino a 400 euro per i nuclei familiari composti da sei o più persone

Per accedere al beneficio i richiedenti dovranno rispettare i seguenti requisiti minimi:

A) Trovarsi in una situazione di sopravvenuta difficoltà socio-economica a causa dell’emergenza Covid-19 dichiarandone le motivazioni
B) Essere residenti a San Giorgio a Cremano
C) Nel complesso il nucleo familiare non deve avere sui propri conti correnti una somma superiore a euro 2.500,00.

Opzione 1
Nucleo familiare dove nessuno dei componenti è titolare di uno stipendio da dipendente, di una pensione, di cassa integrazione, Naspi, indennità di mobilità, reddito di cittadinanza o altro beneficio concesso dallo Stato
Opzione 2
Nucleo con al massimo una persona che riceva mensilmente pensione, cassa integrazione, Naspi, indennità di mobilità, reddito di cittadinanza o altro beneficio concesso dallo Stato per un valore non superiore ai 600 euro.

La precedenza va ai nuclei dell’opzione 1 come stabilito dalle linee di indirizzo Anci, ma i buoni saranno dati fino alla concorrenza dei 349.000 stanziati dal Governo (l’Amministrazione si riserva di poter ovviamente integrare tale cifra laddove fosse necessario).

buoni spesa san giorgio-2

buoni spesa san giorgio 1-2

Tutte le notizie sul coronavirus

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, buoni spesa: chi può accedere e come fare domanda a San Giorgio a Cremano

NapoliToday è in caricamento