Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ex lavoratori Apu: "Il concorso della Regione è finto"

 

Hanno lavorato per la pubblica amministrazione per sei mesi e poi sono tornati nell'infinito mare dei disoccupati campani. Si tratta dei duemila lavoratori Apu (Attività di pubblica utilità), che chiedono continuità lavorativa. Una delegazione di una trentina di ex Apu si è riunita davanti al Tennis club Vomero, dove era atteso il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, per parlare del concorso regionale che dovrebbe aprire le porte a 10mila persone.

"E' un concorso finto - afferma Giovanni Pagano, portavoce dei manifestanti - perché per quelle 10mila persone non ci sarà nessuna certezza di assunzione. Ciò che è scritto nel Burc è che per chi vincerà il concorso si apriranno le porte di una formazione professionale che durerà 18 mesi, al termine dei quali non si sarà fatto altro che creare un nuovo bacino di precari, dopo Lsu, Apu e altri progetti". 

Il concorso non è l'unico motivo della protesta: "A noi è stato detto che non c'erano i soldi per continuare - prosegue Pagano - ma poi è stata fatta una legge ad hoc per assumere 70 persone nella Sma, partecipata della Regione. E' una vergogna, De Luca deve dimettersi". Il presidente De Luca non ha preso parte all'incontro, ufficialmente perché impegnato a Roma. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento