Economia

A Napoli la regina è la pasta e patate: la classifica di Just Eat

A Napoli oltre 550 chili di pasta ordinati a domicilio nel 2018. A livello nazionale la richiesta di pasta a domicilio cresce del +120% con oltre 20mila chili ordinati

È la portabandiera dell’Italia nel mondo e rappresenta la fantasia in cucina, con le tantissime varianti a disposizione: è la pasta. Nel giorno in cui si celebra a livello internazionale questo cibo, il 25 ottobre, Just Eat, l'app leader per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, racconta la passione degli Italiani per questa specialità consegnata anche direttamente a casa. Un amore che cresce sempre di più, infatti dal 2017 il consumo registra +120% di richieste a livello nazionale, totalizzando oltre 20.000 kg ordinati. A Napoli (oltre 550 kg di pasta) vince la pasta e patate con la provola, decisamente il piatto di pasta più ordinato in città. La città partenopea risulta sesta nella classifica delle città italiane più golose di pasta. Sul podio Roma, Bologna e Torino.

Quando si ordina la pasta a domicilio

Gustosa e in qualche modo “eclettica”, proprio per le tantissime varianti a disposizione, la pasta semplicemente piace praticamente a tutti! E si adatta anche benissimo come cibo social, visto che il weekend, in relax tra famiglia e amici scatta il picco di ordini a domicilio. Ma tolto questo riferimento, è da notare come il giorno feriale preferito per mangiare pasta recapitata direttamente a casa sia il mercoledì.

I più golosi di pasta

Per ora vincono gli uomini! Infatti la proporzione con le donne fa vincere i primi con 58% vs42% e nel computo generazionale, la fascia 26-35 domina con il 30% delle richieste, seguita dagli adulti 36-45 con 22% e dai 18-25 con il 17%. Infine, la professione che ne consuma di più a domicilio è quella degli impiegati, (45%), seguita dai liberi professionisti (18%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Napoli la regina è la pasta e patate: la classifica di Just Eat

NapoliToday è in caricamento