menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto e la moglie Ginevra

Roberto e la moglie Ginevra

Corso Vittorio Emanuele, chiude Non solo da bere: "Colpa della crisi e della Gdo"

NapoliToday ha intervistato Roberto Frattini, titolare del negozio che vendeva prodotti bio

Per i residenti del corso Vittorio Emanuele, Roberto Frattini e il suo negozio bio, "Non solo da bere. La bottega dei sapori", erano diventati un punto di riferimento. Sempre lì, sempre aperti, di sabato, domenica ed in molti giorni festivi, perchè Roberto era solito dire: "I clienti contano su di me ed io non posso deluderli. Devono sapere che ci sono sempre". Ora il sogno di Roberto e di sua moglie Ginevra, partito quattro anni fa, di proporre prodotti biologici dei brand maggiormente ecosostenibili, si è infranto. La decisione di chiudere il negozio è arrivata ed è stata a quanto pare inevitabile. NapoliToday ha intervistato Roberto Frattini.

- Roberto, da quanto tempo eravate aperti?
A novembre del 2017 il locale avrebbe compiuto 4 anni.

- Ci puoi spiegare i motivi della chiusura?
Calo delle vendite, in riferimento allo stesso periodo del 2016, in pratica in questo 2017 ci ho sempre rimesso, non ho le spalle forti, lo Stato non aiuta e le banche nemmeno.

- Come ti spieghi tale calo? Colpa della crisi economica o i clienti sono meno ad investire nel bio?
 Il calo delle vendite è dovuto ad una serie di fattori, il bio oramai lo si trova in qualsiasi supermercato, anche nei Discount ci sono le linee "gourmet". Ha influito anche l'apertura di altri negozi con competenza pari allo 0 e l'evidente crisi, che ha fatto dimunire il potere di acquisto delle persone.

 - Quanto vi hanno penalizzato, invece, i problemi che attanagliano il corso Vittorio Emanuele?
Mancanza di aree di sosta, spesso i mezzi pubblici (funicolari) sono state fuori uso ed un traffico sempre ad alti livelli sono motivi marginali per il calo delle vendite, ma spesso alcuni clienti mi raccontavano di non aver mai trovato spazio. 

- Cosa farai ora, che progetti hai per il futuro?
Il mio unico progetto è trovare un lavoro che possa ridarmi la dignità di poter essere un buon padre di famiglia, cosa che per gli inverni nei quali ho avuto il negozio avevo perso poichè ero aperto anche la domenica mattina, nella speranza di farmi conoscere e spingere le persone verso i lidi di una sana alimentazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento