rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Economia

Prezzi al consumo, a Napoli costi utenze aumentati del 50% in 12 mesi

I dati diffusi dal Comune per il mese di dicembre: confronto impietoso anno su anno per bollette e prodotti alimentari

Il Comune di Napoli ha diffuso i dati dell'indice dei prezzi al consumo in città nel mese di dicembre. Si registrano aumenti generalizzati, seppur contenuti, nella stragrande maggioranza delle categorie.

Il confronto a 12 mesi di distanza è, però, impietoso per quanto riguarda utenze e prodotti alimentari. Anno su anno, infatti, si è registrato un aumento del 50,7% nella divisione "abitazione, acqua, elettricità e combustibili" e del 14.1% per la divisione "prodotti alimentari e bevande analcoliche". 

Gli aumenti nel mese di dicembre

Per quanto riguarda il mese scorso, in aumento a Napoli riso (4,1), pane (0,3), altri prodotti di panetteria e pasticceria (2,3), pasta secca, pasta fresca e preparati di pasta (1,1), cereali per colazione (4,2), altri prodotti a base di cereali (0,8), carne bovina (0,3), carne suina (0,2), pollame (0,3), altre carni (0,4), salumi (1,9), altri preparati a base di carne (0,1), pesci freschi (0,5), pesci e frutti di mare secchi, affumicati o salati (2,1), altri pesci e frutti di mare conservati (1,4), latte intero (1,0), latte scremato (3,6), latte conservato (6,1), yogurt (4,5), formaggi e latticini (1,2), altri prodotti a base di latte (1,9), uova (0,8), burro (0,9), olio d'oliva (3,7), conserve di frutta e prodotti a base di frutta (4,6), vegetali surgelati (4,2), vegetali secchi (1), patate (1,2), patatine fritte (2), confetture, marmellate e miele (0,3), cioccolato (2,4), confetteria (0,9), sostituto artificiale dello zucchero (0,3), salse e condimenti (0,3), sale, spezie ed erbe aromatiche (1,3), alimenti per bambini (2,1), piatti pronti (0,4), altri prodotti alimentari n.a.c. (0,7), caffè (1,7), tè (2,2), acque minerali (1), succhi di frutta e verdura (3,5).

In diminuzione, invece, farina e altri cereali (-0,6), pesci surgelati (-1,2), frutti di mare freschi (-0,4), frutti di mare surgelati (-11,4), margarina ed altri grassi vegetali (-2,1), altri oli alimentari (-1,4), frutta fresca (-1,1), frutta secca (-0,2), vegetali freschi (-3,4), zucchero (-0,6), gelati (-0,5), cacao e cioccolato in polvere (-1,1), bevande analcoliche (-0,6). 

Il prospetto generale

indice-prezzi-al-consumo-napoli-dicembre-2022

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi al consumo, a Napoli costi utenze aumentati del 50% in 12 mesi

NapoliToday è in caricamento