Al Museo Madre la retrospettiva "Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra"

Un inedito programma che propone una nuova esperienza di fruizione delle immagini di Mapplethorpe, in cui la connessione tra la fotografia e le altre pratiche artistiche rivive negli occhi del pubblico e nelle atmosfere del museo

Dal 15 dicembre all’8 aprile 2019 al Museo Madre di Napoli Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra, a cura di Laura Valente e Andrea Viliani, organizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation. Più di 160 opere di uno dei maestri della fotografia in dialogo con quelle provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dalla Reggia di Caserta (Terrae Motus). E non solo.

Per Robert Mapplethorpe. Coreografia per una mostra il Museo Madre si trasforma in un grande palcoscenico, inaugurando fin dall’opening, che ha registrato oltre 1.600 presenze ed è proseguito con il party che ha visto in consolle la dj Melanie Estella di Radio Monte Carlo, una “stagione performativa” che vedrà grandi coreografi internazionali realizzare degli interventi site-specific. 

Un inedito programma che propone una nuova esperienza di fruizione delle immagini di Mapplethorpe, in cui la connessione tra la fotografia e le altre pratiche artistiche rivive negli occhi del pubblico e nelle atmosfere del museo.

Ha aperto il cartellone performativo Olivier Dubois, autore di una creazione originale commissionata e prodotta per il museo Madre, In Dialogue with Bob. Una coreografia originale per il Madre sarà anche quella firmata dall’ucraino Vadim Stein: per la mostra saranno ricreate le atmosfere dell’epoca in cui Mapplethorpe ha dato vita alle sue creazioni, attraverso una selezione musicale che riprenderà i brani “cult” di quegli anni. Con l’utilizzo anche dei celebri garzati, citazione performativa della celebre sequenza White Gauze (1984), presente nel percorso espositivo. 

In occasione dell’opening è stata inaugurata Madre Butìc, nuovo spazio a misura del pubblico di tutte le età per “vivere” il museo non limitandosi alla visita ai percorsi espositivi. Negli scaffali saranno esposte, tra l’altro, le creazioni di artigianato artistico e di design che fanno parte di Madre Collection, l’originale linea realizzata traendo ispirazione dal museo e dalle sue opere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qui l'evento facebook: https://www.facebook.com/events/1110057009169673/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento