Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I The Jackal presentano il loro primo film: "Ecco il perché di un film di fantascienza"

 

Hanno spopolato sul web prendendo in giro film e serie di successo, come Gomorra e Narcos, hanno sperimentato la prima serie interattiva italiana con "Lost in Google", ora i The Jackal sono di fronte alla sfida più grande della loro carriera: il cinema. Dal 9 novembre in sala arriverà "Addio fottuti musi verdi", il primo lungometraggio del gruppo di videomaker napoletani. Ai microfoni di Napolitoday, regista e attori spiegano perché la scelta del genere fantascientifico e quali sono le difficoltà nel passaggio da pillole web a un film di 90 minuti. 

Nel cast, oltre agli immancabili Ciro Priello, Fabio Balsamo e Ruzzo Simone, anche Roberto Zibetti, noto attore di teatro, cinema e tv (Radiofreccia, Non ho sonno, I cento passi), nel ruolo del cattivo Brandon. 

Il punto di partenza del film è una domanda che attanaglia tutti i giovani di questa generazione: restare nella propria città o cercare fortuna all'estero? Una domanda che porterà il protagonista della storia ad emigrare molto lontano: nello spazio. Da qui, si dipana un film dai tratti surreali e dissacranti che passeggia con leggerezza tra i temi dell'amore, dell'amicizia e dei sogno di ognuno di noi.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento