Sabato, 13 Luglio 2024
Cultura Pompei

Siti archeologici, aperture straordinarie per 25 aprile e 1 maggio: i dettagli

La decisione dopo il successo di visite di domenica

Il Parco archeologico di Pompei si prepara ad accogliere nei prossimi ponti festivi il numeroso pubblico di visitatori che sta scegliendo in particolare in questo periodo il Parco come meta dei propri viaggi, con aperture straordinarie non solo di Pompei ma anche delle ville suburbane di tutto il territorio vesuviano, che resteranno aperte anche nel giorno di chiusura settimanale.

Dopo la grande affluenza registrata la scorsa domenica con oltre 21mila presenze di pubblico - un nuovo record per un giorno di apertura non gratuita - martedì 25 aprile, in occasione della Festa della Liberazione, tutti i siti del Parco (Pompei, la Villa di Poppea a Oplontis, Villa San Marco a Stabia e Villa Regina a Boscoreale) saranno aperti con ingresso gratuito. Le ville suburbane in particolare, che costituiscono un completamento alla visita della città antica di Pompei, parte di uno stesso territorio e di una stessa storia, di un’unica “grande Pompei”, resteranno aperte in deroga alla chiusura settimanale del martedì.  

Anche il 1° maggio, tutti i siti saranno visitabili con modalità di ingresso consuete (costo e orari di accesso regolari). Mentre il 7 maggio ritorna l’iniziativa del Ministero della Cultura della “Domenica al Museo”, con ingresso gratuito in tutti i siti. 

Ampia l’offerta di visita a Pompei a seguito delle recenti aperture della Casa dei Vettii, una delle case simbolo di Pompei, vera e propria galleria di affreschi pompeiani con scene mitologiche e giardino ricostruito, della Torre di Mercurio per ammirare la città antica dall’alto, della villa di Diomede, grande villa su due piani interamente accessibile anche a persone in carrozzina; ma anche la mostra “Arte e sensualità nelle case di Pompei”, allestita in uno dei portici della Palestra grande di Pompei, nella zona orientale della città (dall’ingresso di Piazza Anfiteatro), area dove è possibile ammirare splendide dimore con giardino, Praedia di Giulia Felice, Casa di Loreio Tiburtino e Casa della Venere in conchiglia. Tra le tante iniziative del Parco si ricorda la “casa del giorno”, che consente di entrare in case temporaneamente chiuse per manutenzione e restauro, aperte al pubblico a rotazione, una per ciascun giorno della settimana, per consentire di entrare nel dietro le quinte di Pompei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siti archeologici, aperture straordinarie per 25 aprile e 1 maggio: i dettagli
NapoliToday è in caricamento