menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il perché in napoletano si dice “Se ne vene cacchio cacchio”

L’espressione viene usata a Napoli per indicare l’atteggiamento di chi, facendo finta di nulla, si prepara ad agire con l’inganno in danno di terzi

Perchè si dice “Se ne vene cacchio cacchio”? A spiegarcelo è il libro "Come se penza a NNapule. 2500 modi di dire napoletani", commentati da Raffaele Bracale e a cura di Amedeo Colella.

Letteralmente significa “se ne viene zitto zitto”. “Cacchio” sta per insolente, sfacciato, sfrontato, impudente, scortese. L’espressione viene usata per significare l’atteggiamento di chi facendo finta di nulla, mogio mogio, con indifferenza ed ostentata tranquillità, si prepara, invece, ad agire con l’inganno in danno di terzi, quasi che si accostasse al luogo dove agirà, con studiata noncuranza.

Rircordiamo che l’espressione era usata da Totò, il principe del sorriso, che l'aveva sommata alla pleonastica espressione “tomo tomo”, espressione inutile in quanto di uguale portata e/o significato di “cacchio cacchio”, ma di minor presa. Pleonastica perchè pare non ci fosse stato il bisogno di aumentare la portata del “cacchio cacchio” napoletano, espressione - al contrario - molto più corposa e pregnante dell’algido “tomo tomo”, espressione che pure napoletana è costruita con un vocabolo italiano (essere tomo = essere strano).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento