menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santo l'ultimo re di Napoli? Avviato il processo di canonizzazione di Francesco II di Borbone

La notizia dell'avvio del processo di canonizzazione nel corso della cerimonia per i 125 anni dalla morte, svoltasi in una suggestiva e toccante atmosfera nella chiesa di San Ferdinando

Toccante e sugegstiva cerimonia nella chiesa di San Ferdinando dove, con una messa di suffragio, è stata commemorata la morte di Francesco II di Borbone, ultimo re delle Due Sicilie. La cerimonia quest’anno ha avuto un significato speciale: dalla Fondazione Francesco II delle Due Sicilie, infatti, poco prima del rito celebrato nella forma Tridentina, è giunta la notizia dell’avvio dell’iter canonico per la causa di beatificazione di Francesco II che morì in esilio, ad Arco di Trento, il 27 dicembre 1894.

La notizia ha suscitato grande emozione tra i numerosissimi presenti, oltre un centinaio, tra cui i cavalieri e le dame del Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio, ritenuto il più antico ordine cavalleresco della cristianità, che con la delegata marchesa Federica de Gregorio hanno assicurato la guardia d’ onore alla cerimonia.

A dare la notizia dell'avvio del processo di canonizzazione Marina Carrese, presidente della Fondazione Il Giglio che insieme con il Movimento Neoborbonico da anni organizza la cerimonia di commemorazione per l'ultimo re di Napoli. Ha preso quindi la parola il prof. Gennaro De Crescenzo che ha ricordato l’attaccamento a Napoli ed al Sud da parte del sovrano, che durante l'assedio di Gaeta mostrò un non comune coraggio, salvando l’onore delle Due Sicilie.

Al termine della messa, preghiera sulla tomba di Giovanni di Borbone-Due Sicilie i cui resti sono custoditi nella chiesa di San Ferdinando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento