Lunedì, 15 Luglio 2024
Cultura

Domani in prima TV, su RaiDue, "Robinù: il documentario sui baby-boss di Napoli

Firmato dal giornalista Michele Santoro, il docufilm è arrivato nelle sale nel dicembre 2016, con diversi record ai botteghini, dopo il successo al Festival di Venezia. In scena il racconto che i baby-boss, i capi delle cosiddette "paranze dei bambini", fanno di se stessi, senza mediazioni

Domani sarà trasmesso da RaiDue, in prima tv assoluta alle 21:15, il docufilm di Michele Santoro "Robinù". Il documentario, che uscì nel dicembre dello scorso anno e che fece molto scalpore, sarà dunque trasmesso in tv meno di sei mesi dopo l'arrivo al cinema che fece registrare diversi record ai botteghini delle grandi città italiane. "Robinù" di Santoro ottenne anche grande successo all'ultima Mostra d'arte cinematografica di Venezia.
Nella descrizione del film si legge: "A Napoli, negli ultimi due anni, bande di adolescenti si combattono, a colpi di kalashnikov, in una guerra dimenticata che è arrivata a contare oltre 60 morti. Le chiamano 'paranza dei bambini': giovani ribelli che sono riusciti a imporre una nuova legge di Camorra per il controllo del mercato della droga. Una paranza che da Forcella si insinua nei Decumani e scende giù fino ai Tribunali e a Porta Capuana: il ventre molle di Napoli, la periferia nel centro, tra turisti che di giorno riempiono le strade e gente che di notte si rintana nelle nuove piazze di spaccio, il vero carburante capace di far girare a mille il motore della mattanza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani in prima TV, su RaiDue, "Robinù: il documentario sui baby-boss di Napoli
NapoliToday è in caricamento