menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto De Cristofaro)

(foto De Cristofaro)

Renato Balestra a Napoli: "Questa città mi emoziona troppo"

Il noto stilista incantato dal Museo di San Martino: "Quanta bellezza, non so se la merito". Si inaugura la mostra Celeblueation, capolavori della moda di Balestra con capolavori dell'arte pittorica

La mostra antologica Celeblueation, che rende omaggio al talento creativo di una delle icone della moda “Made in Italy”, lo stilista Renato Balestra, ha avuto il suo battesimo il 20 settembre scorso, con una preview presso il Civico Museo di Domodossola, nell’ambito del festival Domosofia. Accanto alle opere di De Chirico e De Pisis, sono stati esposti i disegni che Renato Balestra ha realizzato per alcuni classici dell’opera in musica, come “La Cenerentola”di Gioacchino Rossini, “Il Cavaliere della Rosa” di Richard Strauss e la “Turandot” di Giacomo Puccini.

Durante la conferenza stampa nella Sagrestia della Chiesa della Certosa e Museo di San Martino, sono state presentate le divise che il maestro Balestra ha disegnato per il personale del Polo Museale della Campania. 

"Sono incantato da Napoli e dalle sue bellezze", ha rivelato il noto stilista. "Sono assetato d'arte fin dall'infanzia e queste divise sono molto classiche perché in questo modo non contrastano con la bellezza di Napoli. Questa collezione ha girato il mondo intero ma qui mi emoziona molto, mi viene da pensare che non merito tanta bellezza". 

Prodotta da “Armando Fusco productions” e accolta con entusiasmo da Anna Imponente, Soprintendente al Polo Museale Campano, e da Rita Pastorelli, Direttrice della Certosa e Museo di San Martino, la mostra “Celeblueation” esporrà dal 30 maggio al 18 giugno prossimi nel Quarto del Priore dello splendido complesso monumentale, oltre 250 bozzetti, disegni e abiti scelti personalmente da Balestra per mettere in luce l’evoluzione del suo stile durante una lunga carriera costellata di successi. Si tratterà di un’esposizione ampliata, con una selezione inedita di opere degli esordi, quando lo stilista adottava uno stile pittorico per dare vita alle sue creazioni. Confermata l'esposizione dell'ultima creazione inedita de Il Lago dei Cigni, per il Teatro dell'Opera di Belgrado, produzione per la quale il maestro ha firmato per la prima volta anche le scene.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter finisce contro un muro: morto un uomo

  • Cronaca

    Covid in Campania, il bollettino: più di 2mila positivi e 14 decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento