Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cultura

Primo Maggio, si ferma lo streaming e si accendono le 'Luci della Città'

La pagina facebook dell'Assessorato alla Cultura ferma lo streaming e dedica la giornata alle riflessioni dei lavoratori del mondo della cultura, dello spettacolo e del turismo: settori messi in ginocchio dall'emergenza Coronavirus

Il 1° maggio a Napoli si accendono le luci della città. Il 30 aprile terminerà la programmazione in streaming sulla pagina facebook dell'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli (i numeri: 8 settimane, 500 contributi, 300 ore di programmazione e 2 milioni e mezzo di visualizzazioni) e il 2 maggio avrà inizio il Programma on line della ventiseiesima edizione del Maggio dei Monumenti dedicato a Giordano Bruno e alla visione contro e oltre le catastrofi.

"Il primo maggio però - spiega l'assessore Eleonora de Majo - ci fermiamo. La nostra pagina Facebook che per settimane è stata un contenitore ricchissimo di esperienze artistiche, live streaming, lezioni, documentari, intrattenimento per i più piccoli, silenzierà la musica, il teatro e tutti i contenuti culturali.

Nella giornata dedicata al lavoro e soprattutto ai diritti dedicheremo il nostro canale a tutte le donne e gli uomini che lavorano nel mondo della cultura, dello spettacolo e del turismo, settori già ampiamente penalizzati e precarizzati, che con le misure anti-contagio hanno smesso di lavorare, ancor prima degli altri settori produttivi e che saranno probabilmente tra gli ultimi a ripartire".

Nei giorni scorsi, dall'assessorato è giunta ad artisti, maestranze, tecnici, la richiesta di inviare una testimonianza, un breve video, un racconto della propria storia e della crisi che il comparto sta vivendo in queste settimane. Gli interventi raccolti saranno appunto pubblicati sulla pagina facebook nella Giornata dedicata al lavoro e ai lavoratori e costituiranno materiale prezioso per una riflessione collettiva sulla situazione attuale e un'occasione per mettere in rete le diverse esperienze.

"Il 1° Maggio - spiega ancora l'assessore de Majo - lo dedichiamo alle #Lucidellacittà, a chi, come nel celebre film di Chaplin, pur vivendo nell'invisibilità, continua a illuminare e non può smettere di fare luce".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio, si ferma lo streaming e si accendono le 'Luci della Città'

NapoliToday è in caricamento