rotate-mobile
Cultura Pompei

Pompei ritrova la sua cappella Sistina: riapre dopo 20 anni

Il restauro ha riportato alla luce tesori inestimabili

Scene mitologiche, quadri erotici, racconti per immagini, il giardino, le statue, le fontane, i giochi d'acqua. Dopo essere stata chiusa al pubblico per quasi vent'anni ritorna a splendere la Casa dei Vettii, gioiello unico di Pompei. "Una casa simbolo, una cappella Sistina di Pompei", spiega all'ANSA il direttore del Parco Gabriel Zuchtriegel nel giorno dell'inaugurazione con il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano.

Gli scavi che la riportarono alla luce risalgono alla fine dell'Ottocento, mentre il restauro odierno è stato realizzato dalla metà degli anni Novanta del '900 per necessità, visto che c'era il pericolo di crolli. Il cantiere, ripreso nel 2016 sotto la direzione dell'allora direttore Massimo Osanna con esperti di rilievo ha portato finalmente alla sospirata riapertura. "E' uno dei cantieri più complessi e impegnativi degli ultimi decenni", sottolinea Zuchtriegel. 

Nelle varie stanze abbondano scene mitologiche e anche scene erotiche. Non mancano tra fregi e racconti mitologici. Tra le immagini più popolari e conosciute, anche il Priapo poggiato sul piatto di una bilancia ha ritrovato i suoi colori.

pompei-4

Foto ansacasa vettii (2)

Foto ansa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompei ritrova la sua cappella Sistina: riapre dopo 20 anni

NapoliToday è in caricamento