rotate-mobile
Cultura

Pino Daniele, la proposta in Parlamento: "Per lui una laurea honoris causa"

L'occasione è stata la presentazione del libro 'Tutto quello che mi ha dato emozione viene alla luce' (Rai Libri) di uno dei figli del cantante scomparso, Alessandro

Ieri, alla Camera dei Deputati, è stata lanciata la proposta di una laurea Honoris causa alla memoria di Pino Daniele. L'occasione è stata la presentazione del libro 'Tutto quello che mi ha dato emozione viene alla luce' (Rai Libri) di uno dei figli del cantante scomparso, Alessandro.

"Quello che abbiamo vissuto oggi durante la presentazione del libro dedicato a Pino Daniele, è difficile descrivere", afferma il deputato di FdI Gimmi Cangiano, componente della Commissione Cultura alla Camera, che ha organizzato l'evento. "Dalla penna di Alessandro, uno dei figli dell'indimenticato cantautore napoletano - prosegue - è venuto fuori un capolavoro. Il libro è il racconto di quel viaggio strepitoso che è stata la vita di Pino Daniele. Dalle difficoltà di nascere nella Napoli amara e sfortunata, alla capacità di saperne tirare fuori gli aspetti più intimi e struggenti. E come sfondo di una vita da sfidare e costruire sempre lei: la musica".

"Il messaggio che è venuto fuori da questo momento di pura poesia - continua il deputato - è quello di un uomo che non si è arreso mai, a cui ancora in tantissimi guardiamo con nostalgia, malinconia ma anche tanta riconoscenza. Ed è proprio per ricordare questo messaggio così forte di vita e di speranza, che ho voluto organizzare ed ospitare la presentazione di questa 'biografia diversa'. Un ringraziamento a chi ha voluto esserci: i colleghi deputati Mollicone, Amato, Borrelli, Boschi e Mazzi, sottosegretario alla Cultura; i giornalisti Marco Frittella e Ernesto Assante. Con la proposta di una Laurea in Letteratura 'Honoris Causa', credo siamo riusciti a dare il giusto merito a chi ci ha dato lustro in ogni angolo del mondo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pino Daniele, la proposta in Parlamento: "Per lui una laurea honoris causa"

NapoliToday è in caricamento