Stephane Lissner dall'Opéra al San Carlo: sarà il nuovo sovrintendente

La nomina dovrà essere ratificata dal ministro Dario Franceschini

Il presidente Luigi de Magistris e i consiglieri Michele Lignola, Giuseppe Tesauro, Sergio De Felice e Mariano Bruno hanno scelto all'unanimità oggi, durante la riunione del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Teatro San Carlo, Stephane Lissner quale prossimo sovrintendente della Fondazione. "La candidatura di Stephane Lissner e la sua disponibilità ad assumere la carica di sovrintendente e di direttore artistico - si legge in una nota -si pongono in modo indiscutibile come preminenti e di assoluta eccellenza nel contesto nazionale e internazionale".

La proposta sarà inviata al ministro per i Beni Culturali e Turismo, Dario Franceschini per la relativa nomina. Il nuovo sovrintendente assumerà l'incarico alla scadenza del mandato dell'attuale sovrintendente Rosanna Purchia, prevista per marzo 2020. Il consiglio di Indirizzo ha tenuto ad esprimere il proprio unanime e grande apprezzamento per la rigorosa gestione che la sovrintendente Rosanna Purchia ha assicurato negli ultimi 11 anni, caratterizzati da un alto e riconosciuto livello artistico e produttivo, accompagnato, tutti gli anni, da bilanci economici positivi.

"Ebbene sì, è inutile nasconderlo, è proprio vero: Stéphane Lissner sarà il nuovo sovrintendente e direttore artistico del Teatro San Carlo. Tutto questo se il ministro Franceschini sosterrà, come credo, la nostra proposta". Lo scrive in un post su Facebook il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, presidente della Fondazione Teatro San Carlo. "L'attuale direttore dell'Opéra di Parigi ed ex sovrintendente e direttore del Teatro La Scala di Milano, solo per citarne alcuni, ci ha scelti. Tutto - racconta de Magistris - è iniziato circa un mese fa in seguito alla sua richiesta di incontrarmi. Da quell'incontro ho subito compreso l'amore che nutriva per la nostra città e soprattutto il forte desiderio di lavorare al San Carlo, visto come il luogo perfetto dove poter continuare una brillante carriera. Per il maestro Napoli è una grande sfida". De Magistris spiega che "se Napoli non fosse cambiata in questi anni, soprattutto attraverso la cultura, se i napoletani non avessero creduto fino in fondo in un cambiamento, tutto questo non sarebbe accaduto. Una nuova stagione è alle porte. Una grandiosa stagione sta per cominciare", conclude de Magistris.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento