Toponomastica: strada intitolata a Palma Scamardella, vittima innocente della camorra

Aveva una bimba di 15 mesi

La Giunta Comunale di Napoli ha approvato, su proposta dell'Assessore con delega alla Toponomastica Alessandra Clemente, tre delibere di intitolazione di toponimi ad altrettante importanti figure cittadine.

Si tratta di Palma Scamardella, vittima innocente della camorra, madre di una bambina di 15 mesi, che nel pomeriggio del 12 dicembre 1994 venne freddata da un colpo di pistola all'esterno della sua abitazione di Pianura e alla cui memoria verrà intitolato il plesso dell'I.C. Don Giustino Russolillo di Via Evangelista Torricelli.

Una targa commemorativa sarà invece dedicata a Rosario Padolino, il commerciante deceduto in seguito al distacco di un pezzo di cornicione al civico 228 di Via Duomo, che verrà installata presso l'attività della vittima in Via Duomo 202.

Infine il largo pedonale tra Via Antonio Tari e Via Leopoldo Rodinò sarà denominato Largo Maria Giuseppina Castellano Lanzara, in ricordo della storica, trentennale, direttrice della Biblioteca Universitaria di Napoli di Via G. Palladino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento