Mercoledì, 20 Ottobre 2021

A Napoli ritorna l’arte di Marina Abramović

A Castel dell’Ovo tre maxi video che rappresentano le performance della celebre artista realizzate in Spagna nel 2009

Apre oggi a Castel dell’Ovo Estasi di Marina Abramović che segna l’inizio della stagione delle mostre di respiro internazionale organizzate in città.

Un nome di grido come quello della Abramović,  una delle performing artist tra le più celebrate per il suo genio, che contribuisce a dare l’input per la sperata ripartenza culturale di Napoli, anche per questo c’è molta aspettativa attorno alle video performance di Estasi realizzate nel 2009 dall’artista di origini serbe.

Riuscire ad andare avanti con l’idea di realizzare Estasi anche qui a Napoli è stato l’obiettivo, non privo di complicazioni, che l’Assessorato alla Cultura e al Turismo guidato da Eleonora de Majo ha portato avanti insieme al curatore della mostra Giuseppe Frangi e al produttore  Edoardo Filippo Scarpellini di Vanitas Club.

L’arte di Marina Abramović  torna a Napoli, la città alla quale è legata anche grazie al rapporto con la Galleria Lia Rumma. Un sodalizio che conferma la centralità della città partenopea nel sistema dell'arte contemporanea. Nel 2004 negli spazi di via Gaetani l'artista aveva presentato una mostra che prendeva il titolo da un'altra sua celebre performance, “Cleaning the Mirror”. In quell'occasione aveva esposto le foto e i lavori realizzati l'anno prima, quando era tornata per la prima volta a Belgrado, sua città natale”, spiega il curatore Giuseppe Frangi in occasione della preview di Estasi.

LA MOSTRA

Marina Abramović  non è presente per questo ritrovato appuntamento con il pubblico napoletano in cui ripropone il concept composto dal ciclo di video The Kitchen. Homage to Saint Therese, un’opera dove Marina Abramović si relaziona con una delle più importanti figure del cattolicesimo, Santa Teresa d’Avila.

Allestita nella Sala delle Carceri di Castel dell’Ovo, Estasi è strutturata da tre maxi video che rappresentano, in fermo immagine, alcuni dei momenti delle performance realizzate dall’artista  11 anni fa nell’ex convento di La Laboral a Gijón, in Spagna.

Nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti Covid, dal 30 luglio sono state aperte le prenotazioni online per acquistare i biglietti i modo da riuscire a organizzare il flusso di visitatori in gruppi che potranno vedere Estasi fino al 17 gennaio 2021.

Sullo stesso argomento

Video popolari

A Napoli ritorna l’arte di Marina Abramović

NapoliToday è in caricamento