Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Napoli arriva l'Esercito di terracotta, ottava meraviglia del Mondo

 

C'è voluto il lavoro di oltre 720mila artigiani e operai per realizzare le 8mila statue che componevano l'esercito di terracotta di Qin Shi Huangdi, imperatore della Cina di 2.200 anni fa, e che da oggi sono in mostra a Napoli, scelta per la prima nazionale. Il sovrano, al potere per soli dieci anni, volle la protezione dei suoi fedelissimi guerrieri anche dopo la morte e ordinò l'esatta  riproduzione dell'intero esercito con cui unificò la Cina di allora, un quarto di quella attuale. 

Di quelle statue, soltanto 1.600 sono state sottratte alla terra dove sono state custodite per olte due millenni. Sono opere straordinarie, a grandezza naturale, che si distinguono l'un l'altra per stazza, altezza, espressione del viso. La mostra "L'Esercito di terracotta" è la più grande esposizione mondiale del suo genere. A Napoli sarà esposta nella Basilica dello Spirito Santo (via Toledo 402) fino al 28 gennaio 2018.

Nessun dubbio, per i curatori, sulla scelta di Napoli come prima tappa italiana: "Ci sono straordinari punti di contatto tra la tradizione partenopea e quella cinese, specialmente nel culto delle statue. Non potevano che iniziare da qui".  

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento